CONFERME, ATTESE E ADDII: LA SITUAZIONE IN CASA US AVELLINO

CONFERME, ATTESE E ADDII: LA SITUAZIONE IN CASA US AVELLINO

17 Luglio 2020 0 Di Pellegrino Marciano

L’Avellino attivo sul mercato. Attesa per le riconferme (poche) e le uscite. Molto dipenderà dalle scelte di mister Braglia. La situazione ad oggi.

 

Il calciomercato prenderà il via ufficialmente il 1° di settembre per terminare il 5 di ottobre. Un periodo inusuale, per tutto ciò che è successo, inutile oramai rimarcarlo. Slitta tutto di due mesi circa, ma in casa Avellino, ovviamente, dopo il tassello dell’allenatore si comincia a lavorare per allestire la rosa per il prossimo torneo. A partire da ciò che si ha in casa, coi calciatori sotto contratto fino al 31 di agosto. Al momento non risultano allacciati i contatti con Albadoro e Di Paolantonio. Confronti che ci saranno visto che il primo è stato già allenato da Braglia ed il secondo è comunque un calciatore importante per la categoria. Ci sarà da capire la volontà di Parisi di restare in biancoverde e in questo senso la proprietà spingerà fino alla fine per trattenerlo ancora un altro anno. Bisognerà fare i conti col potente agente del calciatore, Mario Giuffredi. Laezza, così come Celjak, dovrebbe essere uno di quelli da cui ripartire, mentre non è così scontata la permanenza di Garofalo, nonostante le dichiarazioni rilasciate ieri dal suo procuratore. Ferretti è blindato da un contratto pluriennale, ma non è detto che la società, nel 4-4-2 decida di puntare su di lui. Da valutare anche la permanenza di altri profili esperti come De Marco e Zullo, che sembrano però al momento lontani. Al capolinea Alfageme. Torneranno alla base i prestiti: Njie, Izzillo, Micovschi, Rossetti, Pozzebon e Rizzo. Evangelista dovrebbe andare via. Da stabilire anche la posizione di capitan Morero. In questo caso Braglia valuterà se tenere l’argentino come uomo spogliatoio in veste di capitano.  Deciderà tutto, o quasi, il tecnico, che in queste ore insieme agli scout e a Salvatore Di Somma stanno gettando le basi per il nuovo Avellino. Un Avellino che punterà ai piani alti di classifica.