CONCORSONE, AVVOCATI DIFFIDANO LA REGIONE: SOSPENDETE LE PROVE

CONCORSONE, AVVOCATI DIFFIDANO LA REGIONE: SOSPENDETE LE PROVE

5 Febbraio 2020 0 Di La redazione

“Compiano un ulteriore passo in avanti per restituire dignita’ al diritto di tutti i candidati di poter partecipare a selezioni ben organizzate e trasparenti”. Cosi’ il consigliere regionale della Campania e capogruppo di Forza Italia, Armando Cesaro, sulla formale diffida e messa in mora, affinche’ si giunga all’annullamento, della procedura concorsuale del “concorsone” campano per il reclutamento di 963 unita’ di personale categoria D da inquadrare in Regione ed in altri enti locali della Campania. L’atto e’ stato formalizzato e notificato al presidente della Regione, Vincenzo De Luca, dagli avvocati Angelo Pisani e Vittorio Scaringia.

Tra i sottoscrittori anche l’esponente azzurro in segno di “solidarieta’ nei confronti di migliaia di candidati delusi e mortificati dal caos procedure”. “Naturalmente, insieme con gli avvocati Pisani e Scaringia, che ringrazio per l’impegno profuso in questa battaglia, ci aspettiamo dalla Regione – spiega il capogruppo – un atteggiamento non ostruzionistico, diverso da quello riservatoci in sede di accesso agli atti, insomma che batta un colpo. Viceversa siamo pronti a ricorrere a tutti gli strumenti possibili, politici e giuridici, a tutela di tutti i candidati, contro quella che, a ragion veduta, appare – conclude Cesaro – piu’ un’operazione di propaganda politica che di politica del lavoro”.