COMMERCIALISTI, STOP AL RINNOVO DEI CONSIGLI  PER L’EMERGENZA COVID  LE ELEZIONI SLITTANO A FEBBRAIO

COMMERCIALISTI, STOP AL RINNOVO DEI CONSIGLI PER L’EMERGENZA COVID LE ELEZIONI SLITTANO A FEBBRAIO

30 Ottobre 2020 0 Di La redazione

Emergenza Covid, slittano a febbraio le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Avellino.

“Viste le disposizioni dell’art. 31 del decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, il Consiglio Nazionale ha deliberato il differimento della data delle elezioni per il rinnovo dei Consigli degli Ordini e dei Collegi dei Revisori al 2 e 3 febbraio 2021”, si legge nella nota inviata dal Presidente Nazionale Massimo Miani al Presidente dell’Ordine di Avellino Francesco Tedesco.

Previste in un primo momento per il 5 e 6 novembre, le elezioni sono state rinviate per il continuo aumento dei contagi e in conseguenza delle ulteriori e ancora più stringenti limitazioni contenute dell’ultimo DPCM.

Le procedure elettorali in atto sono dunque sospese e, a partire da domani (sabato 31 ottobre), non si potrà più procedere con il voto per corrispondenza.

Fino ad oggi l’Ordine di Avellino aveva organizzato due sedute, a San Martino Valle Caudina e a Frigento (rispettivamente il 23 e il 26 ottobre scorso), per la raccolta dei voti per corrispondenza. Il terzo, in programma il 29 ottobre a Montella, è stato sospeso in attesa degli attesi provvedimenti.

Le buste contenenti i voti per corrispondenza, già espressi nelle mani del Consigliere Segretario, saranno ora conservate dal Presidente Tedesco per essere poi consegnate al Presidente del seggio all’apertura delle operazioni di voto il prossimo 2 febbraio 2021.

“La decisione era nell’aria da diversi giorni – precisa Tedesco – anche se, fatta eccezione per un unico Ordine, contrario da tempo allo svolgimento delle elezioni, la stragrande maggioranza degli Ordini territoriali spingevano per far votare in sicurezza. L’Ordine di Avellino, invece, a conoscenza delle fitte relazioni tra il Consiglio Nazionale e la Presidenza del Consiglio dei Ministri è rimasto in attesa dei Provvedimenti normativi. In ogni caso, così come garantito in sede di votazione del delegato Cassa, l’ordine si era impegnato ad assicurare il regolare svolgimento delle elezioni, qualora non fosse pervenuto alcun Provvedimento.

E’ chiaro che nella situazione attuale è stato giusto valutare tutti i rischi legati alla gestione delle operazioni di voto in un contesto generale di grande criticità”.

Tedesco ha già convocato il Consiglio dell’Ordine per mercoledì prossimo. Un momento di confronto necessario dopo l’ufficializzazione dello stop al rinnovo degli organi consiliari.