COMMEMORAZIONE DEFUNTI. AD AVELLINO CIMITERO APERTO,  IN PROVINCIA DIVERSE CHIUSURE

COMMEMORAZIONE DEFUNTI. AD AVELLINO CIMITERO APERTO, IN PROVINCIA DIVERSE CHIUSURE

28 Ottobre 2020 0 Di La redazione

Verso il 2 novembre diversi comuni in provincia di Avellino sono orientati a chiudere i cimiteri. Nel capoluogo camposanto aperto. La visita ai cari estinti fuori provincia non è consentita

Stop alle visite ai defunti nei giorni clou delle commemorazioni. In piena emergenza e con i casi in costante aumento il sindaco di Aiello del Sabato, Ernesto Urciuoli, vara l’ordinanza: resterà chiuso sia il cimitero di Aiello che quello della frazione Tavernola San Felice. Ma sono diversi i primi cittadini che stanno per seguire l’esempio e adottare identico provvedimento a macchia di leopardo. Altri, invece, per scongiurare la chiusura, prevederanno ingressi scaglionati, fissando una capienza massima oltre la quale non si dovrà andare. Si lavoro al reclutamento di personale e volontari per organizzare al meglio gli accessi.

Ad Avellino – salvo diverse evoluzioni del quadro normativo o peggioramento dell’emergenza – la santa messa officiata dal Vescovo Aiello per il giorno 2 novembre, alla presenza delle massime autorità, è confermata nel rispetto delle norme sul distanziamento. Il cimitero di Avellino resterà aperto senza limitazioni o scaglionamento di accesso ma con l’invito al rispetto delle norme. Lunedì mattina Prima Tivvù e Telenostra trasmetteranno in diretta la celebrazione sul Canale 90.

Il divieto di spostamento tra province, in vigore in Campania, impedirà di raggiungere i cimiteri a coloro i quali dovrebbero far visita ai propri cari sepolti oltre il confine. Una restrizione dolorosa, senza ombra di dubbio. Benché motivazioni di natura familiare rappresentino deroghe ai divieti da poter inserire nell’autocertificazione, il caso di specie, la visita al caro estinto fuori provincia, non è contemplata ed è dunque vietata.

Sul tema, in giornata sono attese comunicazioni dalla Regione. L’Unita di Crisi, insieme all’Anci, assumerà determinazioni in vista della commemorazione.

 

**************************************************************

GROTTAMINARDA, SCAGLIONAMENTI
Il Sindaco, l’Assessore alla Sanità e l’Amministrazione Comunale, nel massimo rispetto del significato e dei valori che la ricorrenza di Tutti i Santi e della commemorazione dei Defunti rappresenta per ciascuno, ritengono che la Comunità di Grottaminarda, in questi terribili tempi di pandemia da Covid-19, sia pronta e consapevole della necessità di osservare alcune semplici norme comportamentali nel corso della visita alla tomba dei propri cari, sostando per un tempo limitato ed evitando ogni forma di assembramento.
In questa ottica, considerato il gran numero di persone che in occasione della solenne ricorrenza visita il Cimitero, si chiede, attraverso l’Avviso pubblico n. 45, il rispetto delle seguenti misure:
1. Nei giorni di sabato 31 ottobre, domenica 1 e lunedì 2 novembre dalle ore 8,00 alle ore 18,00 sarà consentito l’accesso pedonale al Cimitero solo dall’ingresso principale di via Dei Cipressi, con uscita dal varco di via Francesco Flammia, in modo tale da mantenere separati i flussi di persone. La visita sarà scaglionata in piccoli gruppi e potrà durare massimo 15 minuti, scanditi dal suono della campana.
2. Per l’accesso al Cimitero dovranno essere osservate con attenzione le regole sul distanziamento e sull’uso costante della mascherina a coprire bocca e naso. Durante la visita occorrerà mantenere il distanziamento di almeno un metro tra le persone, evitando di creare capannelli ed assembramenti. All’ingresso del Cimitero saranno disponibili prodotti per l’igiene delle mani e dunque l’invito è ad utilizzarli.
Inoltre per la ricorrenza di quest’anno non saranno effettuate celebrazioni liturgiche all’interno del Cimitero.
Nel caso dovessero subentrare eventuali restrizioni agli accessi ai Cimiteri su decisione dello Stato o della Regione, ad oggi non prevedibili, verrà data tempestiva notizia sul sito istituzionale e sugli altri canali di comunicazione dell’Ente.
Infine si ricorda che con un precedente avviso del 23 ottobre, non viene consentita, a partire dal 26 ottobre e fino al 2 novembre, la vendita di fiori e ceri all’ingresso del Cimitero, su Via Francesco Flammia e su Via dei Cipressi.

******************************************************************************

CAPRIGLIA, SCAGLIONAMENTI IN ORDINE ALFABETICO