CINGHIALI, M5S CAMPANIA: LA SITUAZIONE PEGGIORA DA ANNI

CINGHIALI, M5S CAMPANIA: LA SITUAZIONE PEGGIORA DA ANNI

8 Novembre 2019 0 Di La redazione

“La risposta di Marchiello (assessore Attivita’ produttive della Regione Campania, ndr) ovviamente e’ piena di buoni propositi su quello che si fara’, pero’ devo ricordare che dopo quattro anni siamo un punto fermo nel senso che nulla e’ stato risolto. La cosa grave e’ che la situazione e’ andata peggiorando negli anni”. Cosi’ all’agnzia Dire Michele CAMMARANO, consigliere M5S della Regione Campania, a margine del question time in Consiglio su “Proliferazione di cinghiali e adozione Piano di gestione e controllo del cinghiale”.

“Gia’ da qualche anno – aggiunge – abbiamo contadini che non seminano piu’ e questo e’ un danno enorme soprattutto per le aree interne dove, oltre a una mancata produzione e un mancato reddito che le aziende agricole hanno, si aggiunge anche il dissesto idrogeologico perche’ un terreno non curato e’ un terreno che crea danni. Ci hanno detto che il nuovo piano faunistico sara’ pronto, io spero che lo sia velocemente e che venga attuato”.

Per CAMMARANO la caccia “non e’ l’unica soluzione, ce ne sono anche altre che vanno combinate tutti quanti insieme”. Ad esempio “l’istituto zooprofilattico stava sperimentando una pillola anticoncezionale per i cinghiali per evitare che proliferassero cosi’ tanto. Ci sono altre teorie messe in campo da Legambiente sulla cattura e la sterilizzazione. Tutte queste cose vanno concertate insieme ai vari enti per poter arrivare a una soluzione definitiva. Addirittura in Puglia c’e’ una bellissima oasi invasi dai cinghiali e il WWF ha chiesto addirittura l’intervento dei cacciatori per poter dirimere il problema.

Ormai, quindi, caduti i paletti ambientalisti ci si e’ resi conto che la situazione e’ grave e che va risolta – conclude – con qualsiasi mezzo disponibile”.