CESINALI, IL SINDACO FIORE  REVOCA IL MANDATO AL VICE DOPO IL CASO FASCISMO

CESINALI, IL SINDACO FIORE REVOCA IL MANDATO AL VICE DOPO IL CASO FASCISMO

8 Gennaio 2020 0 Di La redazione

Per i post inneggianti al fascismo pubblicati su facebook revocato l’incarico all’assessore-vicesindaco. Il  primo cittadino: “Incrinato il rapporto con me e la maggioranza dell’intero Consiglio”

Il caso è arrivato al capolinea dopo aver fatto il giro dei network italiani. Vecchi post su facebook inneggianti al ventennio fascista e Mussolini, ripubblicati e poi cancellati dal vicesindaco del Comune di Cesinali, gli costano la nomina.

Questa mattina De Vito, finito nell’occhio del ciclone dopo le denunce dell’opposizione, aveva in una nota stampa espresso rammarico per la vicenda, parlando di “goliardata”, manifestando la volontà di proseguire nell’azione amministrativa,  auspicando la rinnovata fiducia del primo cittadino.

In serata, al termine di consultazioni che fonti riferiscono turbolente, è arrivata l’ordinanza con cui De Vito torna ad essere semplicemente consigliere del piccolo comune irpino.

“Le sue posizioni sono tali da non potersi configurare in sintonia con le scelte dell’intero  consesso, incrinando il rapporto con la maggioranza dell’intero Consiglio nonché il rapporto fiduciario con il sottoscritto”, scrive il sindaco.  Al posto di De Vito Fiore dovrà nominare un nuovo assessore.