CESENA E BARI DICONO ADDIO ALLA SERIE B

16 luglio 2018 0 Di Domenico Zappella

Entro le ore 19 di oggi Bari, Cesena ed Avellino avevano la possibilità di regolarizzare l’iscrizione al campionato di serie B dopo la momentanea esclusione da parte della Covisoc. Per l’Avellino nessun problema dopo il deposito della fideiussione bancaria, mentre Bari e Cesena dicono ufficialmente addio alla Serie B. Specie per i pugliesi si è arenata nel pomeriggio la trattativa che doveva portare alla cessione del club per la ricapitalizzazione, ma gli imprenditori Napoli e Radrizzani non sono riusciti a compiere l’impresa dati i tempi ristretti. Nuovo fallimento, quindi, per il Bari che già nel 2014 aveva dichiarato l’auto fallimento durante la stagione sportiva salvando così la categoria. Stavolta, invece, per il Bari non c’è stato nulla da fare con i pugliesi che potrebbero ripartire dalla serie D o anche dalla C (si è già aperta una pista che porterebbe ad un ipotetico trasferimento del titolo con il Bisceglie). Nel primo pomeriggio inoltre Cosmo Giancaspro (nella foto) si era dimesso da presidente del Cda del Bari. Saltata in extremis la trattativa in Puglia, a Cesena invece già da giorni era stata praticamente accertata l’impossibilità a regolarizzare l’iscrizione alla B. La serie cadetta perde due squadre con l’assemblea di Lega che ora dovrà decidere se procedere per i due ripescaggi (Ternana ed Entella) o addirittura ridurre il format del campionato a 20 squadre.