CATANIA, OK DALLA COVISOC PER L’ISCRIZIONE MA MANCANO GLI ACQUIRENTI. CASERTANA E TURRIS, BAGARRE STADIO

CATANIA, OK DALLA COVISOC PER L’ISCRIZIONE MA MANCANO GLI ACQUIRENTI. CASERTANA E TURRIS, BAGARRE STADIO

15 Giugno 2021 0 Di Michelangelo Freda

Finita la stagione di Lega Pro, inizia il solito valzer per comprendere il futuro o l’organizzazione di alcuni club. Nel girone C la situazione più particolare la vive il Catania. Dopo l’addio di Tacopina, che sembra aver virato sulla Spal, manifestando nuove simpatie in tempi record, la società etnea deve comprendere chi sarà la persona che risolleverà le sorti del club. Si sa che la società ha una mole debitoria non indifferente, in particolare con l’Agenzia delle Entrate. Intanto la Covisoc  ha fatto sapere al club etneo che non ci sono problemi nei documenti presentati lo scorso 31 maggio in merito all’indice di patrimonializzazione e questo è un primo segnale importante in vista della deadline per le iscrizioni del 28 giugno. La volontà del Catania sarebbe quella di presentare tutti gli incartamenti, per essere regolarmente iscritti nella Lega Pro 2021/2022, entro il 25 ed entro questa data bisognerà ricapitalizzare per un totale di 2,5 milioni di euro.

Una situazione non facile, con i tifosi in attesa di comprendere il loro futuro. Si aspetta settembre. Ma, adesso, tutti gli occhi sono puntati al 28 giugno. Le cordate che si sarebbero presentate al Village, maltesi, inglesi, imprenditori locali, non hanno firmato un bel nulla ne hanno fatto offerte concrete.

Intanto, mentre il Catania cerca di comprendere quale sarà il futuro, in casa Casertana e Turris si cerca di fare i conti con le solite bagarre in merito alla vicenda stadio. ll Comune casertano deve risolvere alcune problemi inerenti alla  sostituzione  dei sediolini, adeguare l’impianto antincendio e completare le opere murarie. Al momento, il club, sembrerebbe intenzionato a segnalare come impianto sportivo quello del Frosinone, in attesa che vengano completati i lavori. Stesso discorso per la Turris che attende dal Comune garanzie per il rispetto della timeline inerenti ai lavori dello stadio comunale Amerigo Liguori.