AVELLINO, MERCATO CALDO: REBUS CASTALDO. L’EMPOLI SNOBBA PARISI

AVELLINO, MERCATO CALDO: REBUS CASTALDO. L’EMPOLI SNOBBA PARISI

2 Settembre 2020 0 Di Michelangelo Freda

Oggi decimo giorno di allenamento per l’Avellino Calcio che si è recata nuovamente allo stadio Castagneto di Sturno per il consueto allenamento mattutino. Braglia ha chiesto di chiudere la strada adiacente all’impianto sportivo per far si che la squadra potesse allenarsi sui carichi in salita. Il tecnico toscano sta mettendo sotto torchio i giocatori a disposizione per prepararli a meglio per la prossima stagione sportiva.

Fronte calciomercato

Nella serata di ieri, ad Avellino, è arrivato Mario Nikolic, classe 2001, difensore centrale cresciuto tra le fila della Dinamo Zagabria U19. Dopo due settimana passate in quarantena in Croazia, il calciatore è partito subito dopo aver avuto l’esito negativo del tampone. Attualmente il calciatore è ancora sotto osservazione, con le consuete visite mediche e il tampone da effettuare per scongiurare ogni rischio di contagio da coronavirus. Il calciatore andrà a puntellare la difesa creata da Salvatore Di Somma. Nikolic si trasferisce in Irpinia a titolo definitivo con contratto annuale.

Castaldo, rebus con la Casertana

Intanto, sempre sul fronte mercato, il diesse dei lupi non è fermo e continua a lavorare sotto traccia per portare altri rinforzi in Irpinia. Intorno al ritorno di Castaldo in biancoverde c’è un vero è proprio rebus. Da un lato il presidente della Casertana sottolinea la vicina risoluzione del conflitto tra le parti, sottolineando il ruolo dell’Avellino che finora ha lavorato sotto traccia per accaparrarsi il calciatore. Al tempo stesso, entourage del giocatore sembra cadere dalle nuvole, sottolineando come sia complicata la trattativa per riportarlo in Irpinia nonostante il gradimento di Castaldo. Un vero è proprio rebus che di ora in ora vede continue evoluzioni e passi indietro tra le parti.

Sul fronte under l’Avellino lavora per Flavio Bianchi, giovane attaccante del Genoa, promesso sposo della Pistoiese. Una trattativa complicata dove Salvatore Di Somma ha solo sondato il terreno con l’entourage del calciatore. L’attaccante delle giovanili dei grifoni è un vecchio pallino del diesse biancoverde che provò già nella passata stagione a portarlo in Irpina senza riuscirci.

Scognamillo, trattativa difficile

Difficile rimane la trattativa per portare in Irpinia Stefano Scognamillo. Il difensore centrale, nato a San Pietroburgo nel 1994, è ancora un giocatore del Trapani e al momento la possibilità di una risoluzione del contratto con il club siciliano sembra difficile. All’Avellino interessa il calciatore, ma come in ogni operazione, ci vuole la giusta diplomazia per portarla a termine senza interferire con la società siciliana.

Per quanto riguarda il destino di Fabiano Parisi, l’Empoli avrebbe stoppato la trattativa per il giovane talento irpino avendo virato su Aleksa Terzic, giovane calciatore della Fiorentina. Come già sottolineato in precedenza, il giocatore avrebbe lasciato a malincuore Avellino con il club biancoverde intenzionato a cederlo solo per un offerta cospicua. Finora nessuna società ha presentato un’offerta concreta per il calciatore anche se non è da escludere la possibilità che sia nelle mani del procuratore Mario Giuffredi, che cura gli interessi di Fabiano. Nei prossimi giorni ci sarà un incontro con Di Somma per chiarire alcuni aspetti contrattuali del giocatore e al tempo stesso verranno presentate le possibili offerte.