CARTE RIMESCOLATE IN IIA !

CARTE RIMESCOLATE IN IIA !

30 Gennaio 2019 0 Di La redazione

IIA ha una nuova compagine sociale dopo che il cda ha proceduto ad un aumento di capitale per 30 milioni.

Le novità sono due: entra Invitalia con il 30%; sparisce definitivamente dai radar Ferrovie dello Stato. Una quota del 30% viene riservata ad un socio industriale privato che avrà sei mesi di tempo per sottoscriverla. L’aumento di capitale, spiega il ministero dello sviluppo economico, e la nuova composizione sociale faranno in modo di procedere al piano industriale nel senso di implementarlo. Questo vorrebbe dire che ce n’è già uno a cui vanno aggiunte altre cose. Che ci sia però non risulta. Non solo a noi, ma soprattutto a quelli che dovrebbero saperlo d’ufficio e per competenza, a partire dai lavoratori e dai sindacati.

Implementare comunque il piano industriale, che magari c’è e lo tengono per sé, significa in una parola aspettare il nuovo socio industriale: sarebbe infatti strano, anzi improcedibile chiedere ad un azionista di partecipare al 30% senza conoscere la sua opinione su come, dove e quali autobus produrre. Il tempo dato perché qualcuno si faccia vivo, fino a sei mesi, ci dice però che il socio privato non sarebbe alle viste. Quella definita ieri a Roma è una soluzione per prendere tempo? Una cosa è certa: il progetto del Polo Unico fino ad oggi ha intanto fatto scappare Ferrovie dello Stato e non sembra aver mosso l’interesse di un qualche affidabile potenziale socio privato. Qualche ragione dovrà pur esserci!