CARCERE DI ARIANO. CGIL: “PERCHÉ SI CONTINUANO A VIOLARE GLI ACCORDI SINDACALI?”

CARCERE DI ARIANO. CGIL: “PERCHÉ SI CONTINUANO A VIOLARE GLI ACCORDI SINDACALI?”

7 Febbraio 2020 0 Di La redazione

Riceviamo e pubblichiamo nota della Cgil funzione pubblica.

“È successo ancora una volta avevamo preannunciato al Provveditore intenzione da parte di questa O.S. di iniziare un percorso collaborativo con la Direzione della C.C. di Ariano volto al miglioramento del benessere del personale.
Tutto questo a distanza di mesi non è stato fatto dalla Direzione Arianese anzi ma c’è un immobilismo della stessa ma ancora più grave è che unilateralmente la Direzione prende iniziative spostando di qua e di là il personale di Polizia Penitenziaria già ridotto all’osso per mansioni in compiti non istituzionali e non previsti da accordi nazionali e normative in materia. E’ ORA DI DIRE BASTA

Emerge conseguenzialmente una condotta antisindacale del Direttore, che ignora, delegittima, la presenza delle organizzazioni sindacali, annullando il confronto, il dibattito e soprattutto la condivisione di soluzioni comuni.
In una sola parola, il suo atteggiamento è definibile senza mezzi termini…. Padre AUTORITARIO.

L’Attuale gestione delle risorse umane sta causando disagio psicofisico al personale una filosofia gestionale che è da ricercare come la causa di una forma diffusa di malumore nonché di una concitata condizione di “Stress”, il modo in cui vengono organizzati i turni di lavoro con una palese violazione delle norme vigenti, iniquità di trattamento, violazione del criterio dell’uguaglianza di posizione e di attitudine professionale, delle pari opportunità, nonché le previste e necessarie eque condizioni lavorative.

Richiediamo al Sig. Provveditore della Campania l’attivazione della Commissione Arbitrare Regionale e a interrompere le relazioni sindacali con la Direzione della Casa Circondariale di Ariano Irpino diretta dalla Dott.ssa Mariarosaria CASABURO.