CAOS A RIETI: CALCIATORI IN SCIOPERO, PERICOLO ESCLUSIONE DAL CAMPIONATO

CAOS A RIETI: CALCIATORI IN SCIOPERO, PERICOLO ESCLUSIONE DAL CAMPIONATO

13 Novembre 2019 0 Di Leonardo D'Avenia

La Serie C potrebbe perdere a campionato in corso una squadra. Il Rieti infatti con tutta probabilità non giocherà domenica la sua partita contro la Reggina: è la decisione presa dai tesserati, in accordo con l’Aic dopo che le promesse della nuova società sono rimaste incompiute. Questo il comunicato dell’Aic: “L’AIC e i calciatori professionisti attualmente tesserati per la F.C. Rieti S.r.l., denunciano la propria inaccettabile e insostenibile condizione lavorativa. La maggior parte dei calciatori ancora oggi, nonostante formale messa in mora, non ha ricevuto il pagamento delle mensilità di luglio e agosto 2019 e nessun dipendente ha ancora ricevuto il pagamento della mensilità di settembre 2019. Alla stessa maniera, a nessun calciatore risultano corrisposte le ritenute IRPEF e i contributi previdenziali dovuti per le mensilità scadute. Per tali motivi l’AIC e i calciatori professionisti tesserati con la società F.C. Rieti S.r.l., dichiarano lo stato di agitazione e preannunciano, sin d’ora, lo sciopero per la giornata di domenica 17 novembre 2019, auspicando che la Società, posto il preavviso di sciopero, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute per tutte le mensilità ad oggi maturate entro la giornata di venerdì, in modo così da evitare l’esercizio del diritto di sciopero”. Se la situazione non dovesse rientrare in settimana il Rieti salterà dunque la prossima partita di campionato e potrebbe ripetersi anche contro l’Avellino nel turno successivo, quando la squadra laziale è attesa al Partenio-Lombardi. Insomma se domenica non dovesse giocare, il Rieti subirebbe il 3-0 a tavolino, stesso discorso in caso di forfait contro l’Avellino: ma in caso di doppio mancato svolgimento della gara il Rieti verrebbe escluso dal campionato.