CANDIDATURE. CIARCIA INCOMPATIBILE ? ECCO COSA DICE LA LEGGE

CANDIDATURE. CIARCIA INCOMPATIBILE ? ECCO COSA DICE LA LEGGE

7 Luglio 2020 0 Di La redazione

In caso di elezione a Santa Lucia c’è chi nutre dubbi sulla compatibilità della carica del Presidente dell’Alto Calore Servizi . Totocandidature: tre uomini per due posti nella lista Pd e i litigi al maschile tengono nelle retrovie il nome femminile che manca all’appello

I maschi litigano mentre le donne “stanno a guardare”. Accade nel Pd irpino incapace, almeno finora, di esprimere una candidatura al femminile che completi il listino. Non che altrove non si registrino gli stessi problemi. Meritano tuttavia evidenza per il potenziale di voto che tradizionalmente esprime l’area in questione.

A condizionare la scelta candidature che ora spetta al Commissario Aldo Cennamo è lo scontro tra le varie e variegate sensibilità interne. E non è detto che ciò che si stabilirà ad Avellino verrà confermato da tavoli napoletani e romani.

Per via del meccanismo elettorale che riserva quattro posti suddivisi tra uomini e donne è noto che uno tra Petitto, Ciarcia e Petracca dovrà accomodarsi in una lista civica o rinunciare alla corsa a Santa Lucia. È noto anche che una delle due caselle rosa andrà a Rosetta D’Amelio. Il nome della seconda donna candidata, invece,  dipenderà proprio dallo scontro in atto.

Hai voglia a parlare di programmi, i conti non tornano e di questo passo, con la difesa ad oltranza delle posizioni, non torneranno fino all’ultimo giorno utile per la presentazione degli elenchi, vale a dire il 22 agosto. Il Governatore della Regione Campania però non vuole andare oltre la data del  20 luglio per chiudere il cerchio e dopo sabato – con la sua incoronazione nell’assemblea del Pd ad Agnano – è presumibile un’accelerazione sul tema liste.

Nel dibattito ufficioso tutto interno al Pd avellinese – in quello ufficiale il Commissario incontra i circoli per discutere di programmi – è entrato da qualche giorno anche l’articolo 217 della legge regionale per le elezioni in Campania.

Appurato che non esistono ostacoli formali alla candidatura di Michelangelo Ciarcia e in attesa di eventuali reazioni per una sfiducia alla presidenza dell’ente idrico Alto Calore, c’è chi nutri dubbi su una presunta incompatibilità in caso di elezione a Santa Lucia.

Va premesso che la norma non è chiara e si presta ad interpretazioni e che la materia è più per giuristi ed addetti ai lavori; va anche ricordato il precedente per cui Enzo De Luca, Presidente a suo tempo di Alto Calore Servizi e assessore Regionale, di fatto, non è mai stato revocato per incompatibilità.

ECCO L’ARTICOLO INTEGRALE DELLA LEGGE REGIONALE CHE SULLE INCOMPATIBILITA’ RECITA QUANTO SEGUE