CALCIO AVELLINO SSD NEI GUAI:PIGNORATE LE QUOTE SOCIALI DELLA SIDIGAS

CALCIO AVELLINO SSD NEI GUAI:PIGNORATE LE QUOTE SOCIALI DELLA SIDIGAS

18 Ottobre 2018 3 Di Leonardo D'Avenia

La Calcio Avellino SSD nei guai. A seguito di una lunga vicenda giudiziaria, risalente al 2015, un’azienda di Frigento creditrice nei confronti della Sidigas per più di 260mila euro avrebbe chiesto  ed ottenuto il pignoramento delle quote sociali.

Una grana che assume le sembianze di una granata, almeno dal punto di vista mediatico per il rumore che fa la notizia: il pignoramento delle quote sociali della neonata Calcio Avellino SSD.

Il tutto è riconducibile alla Sidigas e al legale rappresentante Giannandrea De Cesare. I fatti: nel 2015 la Polidecor, azienda di Frigento specializzata nella produzione di Polistirene Espanso Sinterizzato chiede alla Sidigas un allaccio per la fornitura di gas metano.

Stando ai fatti la richiesta viene ignorata, obbligando la Polidecor a svolgere da se i lavori richiesti e mai effettuati. La somma dei lavori si aggira sui 15.000 euro che l’azienda di Frigento sborsa non avendo nel frattempo avuto nessuna risposta dalla Sidigas.

La Polidecor allora si rivolge al Tribunale di Avellino che da l’autorizzazione dei lavori in danno della Sidigas che intanto ha fatto perdurare il silenzio sulla questione. Trovatasi alle strette l’azienda di Frigento chiede un risarcimento danni. Il Tribunale condanna la Sidigas al pagamento in favore della ricorrente di 500 euro per ogni giorno di ritardo all’adempimento prescritto.

Il provvedimento notificato nel dicembre 2017 e rinotificato a maggio 2018 non ha avuto nessun effetto con la Sidigas che continua a non battere ciglio. Ecco quindi che la Polidecor difesa dagli avvocati Antonio Trulio e Raffaello Caldarazzo lo scorso mese di settembre, come si legge dalle carte, essendo creditrice di Sidigas per un importo totale pari a 266.522,82 euro, chiede l’ufficiale giudiziario proceda al pignoramento delle quote sociali della società Calcio Avellino SSD, per un valore nominale di 9.500 euro, già di proprietà di Sidigas, in quanto la stessa Sidigas risulta essere socio e rappresentante della società calcistica.

In sostanza per farla breve senza troppi termini giuridici: la Polidecor deve avere dalla Sidigas più di 266 mila euro, e inizia a prenderli pignorando le quote della Calcio Avellino SSD in possesso della Sidigas che ammontano a 9.500 euro. Come se ne esce?

Dalla carte si legge anche questo: il Tribunale di Avellino dopo aver sottoposto a pignoramento le quote avverte la Sidigas che può sostituire le cose o i crediti pignorati con una somma pari all’importo dovuto. In pratica le quote societarie del Calcio Avellino SSD restano sotto pignoramento fino a che non verrà saldato il debito che la Sidigas ha con la Polidecor. Come detto una grana che ha il risalto mediatico di una granata, che ora come ora può essere disinnescata solo dalla Sidigas.