Home / Sport / Calcio Avellino / BUIO PESTO PER L’AVELLINO: SEQUESTRATA LA TRIBUNA TERMINIO

BUIO PESTO PER L’AVELLINO: SEQUESTRATA LA TRIBUNA TERMINIO

 

stadio-sequestro-2-1

L’Avellino è caduto in un vortice di negatività senza precedenti: dopo le inibizioni, i deferimenti e i risultati non eccellenti in campionato, nel pomeriggio sono stati posti i sigilli alla Tribuna Terminio. Poco chiari i motivi del sequestro. Sul posto gli uomini della Squadra Mobile della Questura agli ordini del dott. Marcello Castello. A quanto si apprende l’ispezione seguirebbe la caduta di alcuni calcinacci dai gradoni situati in alto. Prime dichiarazioni ai microfoni dell’architetto Genovese , addetto all’impianto dell’Us Avellino che ne ha la gestione in convenzione per l’accordo siglato tra la società e il Comune di Avellino:  “Domani mattina proveremo a risolvere il problema”. Praticamente a due giorni dalla partita con la Pro Vercelli, sembra quanto meno impossibile che si possa mettere tutto in regola per sabato. Quindi Tribuna Terminio off-limits, dalla società filtra comunque ottimismo, ma francamente non sembra plausibile che i lavori possano essere ultimati in tempi brevi. Tra i tifosi cresce il malumore per questi continui colpi di scena che stanno colpendo la società bianco verde: la chiusura della Terminio ora obbliga i supporters bianco verdi a dover cambiare settore. Ci spieghiamo meglio: i tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento per la Tribuna Terminio, i tifosi che hanno già acquistato il tagliando per la partita di sabato, come si devono comportare? Domande, tante domande che al momento non hanno e non avranno risposte in tempi brevi. Fatto sta che già il pubblico al Partenio-Lombardi era esiguo, ora che dell’Avellino si sta parlando sempre di meno per questioni di campo e più per questioni extracalsitiche il pericolo è che la disaffezione possa aumentare, e che il Partenio-Lombardi possa ritornare ad essere una cattedrale nel deserto.

Circa Leonardo D'Avenia

Leonardo D'Avenia

Vedi Anche

GIOCO D’AZZARDO IN ALTA IRPINIA, DON RINO MORRA: E’ UNA MANCANZA DI VALORIZZAZIONE DI SE STESSI

Il gioco d’azzardo colpisce in modo serio soprattutto l’Alta Irpinia dove le statistiche più impietose ...

DI CECILIA (FORZA ITALIA): “QUOTE ROSA? NO A FULGIDE CARRIERE DI MEDIOCRI”

Edilizia scolastica, strade disastrate e giovani sfiduciati. Sono stati alcuni degli argomenti al centro dell’intervista ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *