BOTTI CAPODANNO 35 FERITI NEL NAPOLETANO.IN OSPEDALE ANCHE UN BIMBO ED UN 12ENNE

BOTTI CAPODANNO 35 FERITI NEL NAPOLETANO.IN OSPEDALE ANCHE UN BIMBO ED UN 12ENNE

1 Gennaio 2018 0 Di Anna Guerriero

E’ di 35 feriti il bilancio dei festeggiamenti per il Capodanno tra Napoli e provincia. Il più piccolo ha solo 8 anni ed è ferito alla mano destra per un scoppio di un petardo.
A Napoli sono state 22 le persone ferite per lo scoppio di botti e 13 in provincia. Un 23enne ha perso due dita ad una mano, un 27enne di Castel Volturno rischia di perdere l’occhio destro. Un 52enne di Casavatore è stato ricoverato per lesioni al braccio e alla nuca mentre un 49enne di Portici ha riportato ustioni su diverse parti del corpo. Per festeggiare l’arrivo del nuovo anno hanno sparato in aria colpi di arma da fuoco e un ragazzino di 12 anni è stato colpito alla gamba, in maniera non grave, mentre era affacciato al balcone. E’ accaduto a San Giovanni Barra. A sparare sarebbe stato un gruppo di ragazzini, a bordo di alcune moto.
Sono sei le persone rimaste ferite nel Salernitano. Tre le persone che hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale Ruggi d’Aragona. Una donna di 52 anni ha riportato ferite ed escoriazioni sul volto e sul corpo per l’esplosione di un petardo sul davanzale della finestra della propria abitazione, i cui vetri sono andati in frantumi. Un’altra donna di 50 anni ha riportato un trauma all’orecchio destro; ne avrà per sette giorni. Stessa prognosi per un giovane di 25 anni. Trenta giorni di prognosi invece per due uomini per traumi da scoppio alle mani. Non si registrano feriti nel Beneventano.È di 4 feriti il bilancio dei festeggiamenti  nella provincia di Caserta, nessuno è grave. Due persone sono rimaste ferite ad Aversa, per esplosione di petardi,altri due feriti a Sessa Aurunca ferite alla mano sinistra per uno, una bruciatura al naso per l’altro ferito. Per gli altri tre feriti le prognosi non superano i 10 giorni.