BISACCIA. ZHONGHUA PARLA A PRIMA TIVVU’ : “STO BENE MA SONO SOLO”

BISACCIA. ZHONGHUA PARLA A PRIMA TIVVU’ : “STO BENE MA SONO SOLO”

7 Febbraio 2020 0 Di La redazione

Raggiunto telefonicamente dal giornalista Michele Miele, Zhonghua Huang il 37enne tornato ieri dalla Cina, visitato al “Moscati”, dimesso e tenuto in regime di isolamento domiciliare fiduciario presso la sua abitazione di Bisaccia, ha voluto tranquillizzare tutti sul suo stato di salute.

Sono stato visitato in ospedale, ho solo un po’ di tosse dovuta al fumo delle sigarette ma sto bene. Dovrò rimanere isolato per 14 giorni nella mia casa e non potrò vedere mia moglie e la mia bambina. Da ieri sera sono rimasto solo, non ho ricevuto visite di medici o di altre persone.

marcello arminio

Ricordiamo che sul caso, proprio il sindaco di Bisaccia Marcello Arminio, intervistato stamane da Prima Tivvù, aveva avuto da ridire sulla gestione del paziente da parte del Moscati di Avellino:

“Aveva dei colpi di tosse normalissimi da fumo, la cosa che mi lascia perplesso è che il soggetto sia stato dimesso e riportato a casa sua e messo per precauzione in quarantena. Sembra strano che a gestire questo periodo di isolamento, della durata di quindici giorni, dobbiamo essere noi. Mi aspettavo che l’Ospedale Moscati di Avellino lo monitorasse nelle stanze del nosocomio e vigilasse sull’evoluzione delle sue condizioni di salute.

Nel pomeriggio, pronta la risposta dell’Asl di Avellino che con un comunicato a mezzo stampa, ha confermato la sorveglianza sanitaria in via precauzionale del ragazzo cinese e la piena collaborazione del medico di famiglia.