BIODIGESTORE DI CHIANCHE, IN ARRIVO NUOVO VIA LIBERA DALLA REGIONE CAMPANIA

BIODIGESTORE DI CHIANCHE, IN ARRIVO NUOVO VIA LIBERA DALLA REGIONE CAMPANIA

7 Agosto 2019 0 Di La redazione

A giugno era stata decretata la necessità di una Valutazione d’impatto ambientale che avrebbe potuto allungare i tempi e, forse, cancellare il progetto. Dopo le controdeduzioni in arrivo l’okay che fa ripartire l’iter

Nuovo capitolo della lunga saga «Biodigestore a Chianche sì, no, forse».

Risale allo scorso mese di giugno la decisione degli uffici regionali di subordinare il progetto ad una Via (Valutazione di impatto ambientale). l’iter tecnico-burocratico, piuttosto lungo e tortuoso, avrebbe sicuramente impedito l’inizio dei lavori entro fine anno, data entro cui il Governatore De Luca ha annunciato la realizzazione di nuovi impianti in Campania con investimenti per oltre 200 milioni di euro.

La decisione della Commissione regionale, in quella circostanza, aveva fatto esultare più di un consigliere regionale in linea con le associazioni ambientaliste che sostengono l’incompatibilità dell’impianto che si collocherà nell’area del Greco di Tufo Docg.

E veniamo alla novità di questi giorni, relativa alle controdeduzioni presentate dal Comune guidato dal sindaco Carlo Grillo. Provincia, Comune, Asl e Sovrintendenza ricevono la nota con cui – sulla scorta dei nuovi pareri della commissione – la Regione torna sui propri passi.

Il biodigestore destina compost di qualità a servizio delle colture, l’impianto rispetta la fascia di distanza di 150 metri dal fiume Sabato e, previa realizzazione, sarà soggetto all’Autorizzazione integrata ambientale: sulla scorta di ciò, la Commissione ha escluso la necessità della Valutazione d’impatto ambientale.

Il biodigestore, dunque, si può fare. Almeno fino a prova contraria… e alla nuova puntata della saga.