Home / Cronaca altre province / BENEVENTO. 23 ANNI DOPO IL FURTO LA POLIZIA SCOVA E RECUPERA IN UN GARAGE 13 QUADRI DI FERRANTE

BENEVENTO. 23 ANNI DOPO IL FURTO LA POLIZIA SCOVA E RECUPERA IN UN GARAGE 13 QUADRI DI FERRANTE

Ben 13 opere, trafugate nel lontano 1994, a firma del Maestro Mario Ferrante, sono state recuperate nella giornata di ieri dalla Polizia di Stato, nel Capoluogo sannita.

I quadri furono all’epoca asportati dallo studio dell’artista, in via dei Rettori e da quel momento se ne erano perse totalmente le tracce. Gli uomini della Squadra Mobile, ricevuta la notizia circa la presenza in un garage del centro di Benevento di alcuni quadri che potevano corrispondere a quelli rubati all’epoca hanno avviato immediatamente accurati approfondimenti.

Nel corso di un sopralluogo effettuato unitamente all’erede del proprietario dell’immobile, da poco deceduto, sono stati recuperati i dipinti.

Negli uffici della Questura, l’artista Ferrante (in foto insieme ai quadri e agli agenti di Polizia) ha poi riconosciuto come propria l’intera collezione che gli è stata direttamente restituita.

L’evento delittuoso aveva all’epoca catalizzato l’attenzione mediatica, perché si riteneva che le opere fossero state asportate per la vendita sul mercato estero in quanto realizzate su tavole antiche e con interventi di foglia d’oro e la loro collocazione sul circuito nazionale sarebbe stata quindi difficile.

Il furto ebbe inoltre gravi ripercussioni poiché compiuto prima della mostra che avrebbe visti i dipinti esposti a New York, nell’ambito del progetto “Alitalia per l’Arte”, patrocinato dalla compagnia di bandiera italiana.

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

MARCIANI: “DENUNCIARE VIOLENZE E’ UN ATTO DI CORAGGIO”. LA REGIONE PREMIA LE SCUOLE

“Denunciare è un atto di coraggio che deve venire dalle donne”. Lo ha detto Chiara ...

STOP VIOLENZE. DE LUCA AI GIOVANI: “METTERE ALL’ANGOLO GLI IMBECILLI”

Il Governatore versione pedagogo dà lezione agli studenti sul tema della violenza. Un discorso molto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *