Home / Sport / Calcio Avellino / AVELLINO VULNERABILE. IL CESENA RINGRAZIA E VINCE 3-1

AVELLINO VULNERABILE. IL CESENA RINGRAZIA E VINCE 3-1

Un Avellino troppo vulnerabile in fase difensiva esce sconfitto 3-1 dal Manuzzi di Cesena dopo 90′ ricchi di emozioni. Gli irpini approcciano male la gara, ma reagiscono nella ripresa. Un Avellino pazzo che nonostante il ko, sbaglia un rigore, colpisce due pali e resta in 10 per oltre mezzora nella ripresa.

L’Avellino parte malissimo, perchè al 2′ è subito vantaggio Cesena con Cacia. Jallow ruba tempo e pallone bruciando Marchizza, serve il compagno di reparto che con un sinistro chirurgico batte Lezzerini. L’ultimo gol del numero 10 dei romagnoli risaliva proprio ad una sfida contro i lupi, nello scorso aprile. I biancoverdi appaiono un po’ timidi, ma al 20′ riescono comunque a rendersi pericolosi. Fallo di mano di Cascione in area e calcio di rigore. Ardemagni calcia centrale e potente ma Fulignati con la gamba riesce a respingere. Si resta sull’1-0 tra la delusione generale dei tifosi avellinesi. Ma il calcio è beffardo e dopo sette minuti Sbrissa firma il 2-0: Cascione salta più alto di Marchizza, non in grande giornata, servendo il centrocampista che approfitta anche di uno svarione di Laverone per insaccare col sinistro all’angolino. Avellino tramortito che al 33′ rischia addirittura di subire il tris con un colpo di testa di Cascione che sovrasta ancora Marchizza, ma Lezzerini compie un ottimo intervento. Si va al riposo sul 2-0.

Nella ripresa accade di tutto. Dopo 2′ Ardemagni di testa, su cross di Laverone, colpisce in pieno il palo. 1′ dopo lo stesso Ardemagni accorcia sul 2-1 ma il gol viene annullato per fuorigioco. E così al 6′ il Cesena ne approfitta per calare il tris: Di Tacchio perde banalmente palla, Sbrissa avvia il contropiede con Cacia che di punta finalizza alla perfezione siglando il 3-0 e la sua doppietta personale. Cala il gelo per l’Avellino che però al 9′ sembra riaprire il match: sul cross di Laverone, Laribi in area colpisce con il braccio, per il signor Baroni è ancora rigore. Dal dischetto Castaldo, entrato al posto di Bidaoui, non sbaglia ed accorcia sul 3-1. Ma al 14′ Suagher, già ammonito, strattona Jallow facendosi espellere ingenuamente. L’Avellino resta in 10, Novellino è costretto ad inserire Kresic per Morosini. Gli irpini però ci provano e al 34′ ancora un legno ferma i lupi: sul cross di Laverone stavolta è Castaldo a colpire in pieno il palo. Anche la sfortuna volta le spalle ai lupi che escono sconfitti dal Manuzzi. Lunedì sera alle 20,30 la sfida al Partenio-Lombardi contro il Venezia.

Circa Pellegrino Marciano

Pellegrino Marciano

Vedi Anche

A 85 ANNI ROSINA È LA NONNINA ULTRÀ DELL’AVELLINO

Abbiamo intervistato una simpatica nonnina super tifosa dei lupi che ha anche bacchettato affettuosamente bomber ...

L’AGENTE MINIERI: “CONTENTO PER LEZZERINI, MARCHIZZA DIMOSTRERA’ QUANTO VALE”

Michelangelo Minieri, agente di Marchizza e Lezzerini fa il punto sui suoi assistiti in esclusiva ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *