AVELLINO-TERNANA AFFASCINANTE, MA GUAI A “SENTIRLA” TROPPO

AVELLINO-TERNANA AFFASCINANTE, MA GUAI A “SENTIRLA” TROPPO

11 Dicembre 2020 0 Di Pellegrino Marciano

Avellino-Ternana è sicuramente un match molto atteso, probabilmente più da queste parti che in Umbria, visto che le Fere stanno praticamente svolgendo un campionato a parte. Nello spogliatoio biancoverde sanno l’importanza di non portare a casa un’altra sconfitta in casa dopo quelle con Catanzaro e Catania, altrimenti sarebbe un’ammissione di inferiorità rispetto alle altre corazzate. Certo è che un ko, ma con onore, contro questa Ternana non sarebbe scandaloso e l’errore più grande sarebbe quello di puntare tutto sulla sfida contro gli umbri. Giunti alla quindicesima giornata, è una gara come un’altra, certamente  affascinante, ma pur sempre non decisiva. Il campionato è ancora lungo e una vittoria darebbe semplicemente una iniezione di fiducia notevole al gruppo biancoverde, che ritrova mister Braglia in panchina.

Il tecnico toscano sta avendo modo di osservare da vicino i suoi ragazzi e preparare a proprio piacimento la partita di domenica pomeriggio. Ci sarà da capire se verrà confermata la difesa a quattro con Silvestri terzino sinistro, Ciancio a destra, Miceli e uno tra Rocchi e Dossena nel mezzo. A centrocampo non ci sarà De Francesco, il centrocampista ha confermato sui social il rientro nel 2021 e allora spazio ancora ad Aloi e D’Angelo, con Tito e Adamo sulle fasce. Davanti ballottaggio Maniero-Santaniello per un posto al fianco di Fella, autore di una doppietta contro il Bisceglie e di un’ottima prestazione. Insomma, l’Avellino comincia pian piano e trovare la condizione giusta, con uno sguardo al futuro si potrebbe prevedere anche il rientro di Forte tra i pali tra poco più di una settimana contro il Bari e di Errico il 23 dicembre con la Vibonese. Ma al momento il pensiero va solamente sulla capolista.