AVELLINO SENZA CIANCIO E ALOI. DUE I DUBBI DI FORMAZIONE

AVELLINO SENZA CIANCIO E ALOI. DUE I DUBBI DI FORMAZIONE

22 Dicembre 2020 0 Di Pellegrino Marciano

Dopo la prestazione di Bari che forse è meglio dimenticare e chiudere in uno scatolone di quelli da non trovare mai più in giro, l’Avellino si proietta verso la sfida di domani in casa contro la Vibonese di mister Galfano. I calabresi sono reduci dai pareggi contro Bari e Palermo e si presenteranno al Partenio-Lombardi con fiducia, anche se non ci sarà l’esterno d’attacco Statella. I lupi invece dovranno fare i conti con le assenze, pesanti di Ciancio e Aloi, squalificati per un turno, giunti alla quinta ammonizione. A proposito di giudice sportivo, mano pesantissima nei confronti di Salvatore Di Somma, inibito fino al 31 gennaio per aver proferito, si legge nel comunicato, ad un assistente arbitrale una frase offensiva e ben quattro turni al portiere Pizzella
perché al termine della gara rientrando negli spogliatoi spingeva con una spallata un assistente
arbitrale la cui caduta veniva impedita solo dalla presenza di altre persone. L’Avellino però farà ricorso in quanto ciò che recita il comunicato del giudice sportivo non sarebbe accaduto. Tornando alle assenze di due uomini importanti, quali Ciancio e Aloi, Braglia dovrebbe schierare Rizzo a destra e uno tra Silvestri e Bruzzo in mediana. Le scelte sono obbligate, mentre in attacco dovrebbe essere arrivato di nuovo il turno di Bernardotto dal primo minuto al fianco di uno tra Fella e Santaniello. Maniero dovrebbe essere convocato, ma le condizioni del ginocchio del bomber ex Pescara non sono delle migliori. L’ultima dell’anno contro la Vibonese dovrà essere obbligatoriamente vincente, altrimenti si rischia di incrinare seriamente il rapporto con la tifoseria che si aspetta un atteggiamento ben diverso dalla squadra per non perdere il treno dei primi quattro posti in attesa dell’inizio del mercato di gennaio.

Segui in diretta Avellino-Vibonese con Stadio&Studio dalle 14.30