AVELLINO, SEI POCA COSA: LA SALERNITANA FA SUO IL DERBY IN SCIOLTEZZA 2-0

11 marzo 2018 0 Di Pellegrino Marciano

L’Avellino perde un derby giocato male, senza cuore, contro una Salernitana che non ha dovuto faticare per portare a casa il successo col punteggio di 2-0. Nessuna novità di formazione per i biancoverdi che hanno dovuto però fare a meno totalmente di Castaldo, seppur convocato. Comincia male la partita all’8′ quando Kiyine calcia da fuori area e trova la deviazione fondamentale di Laverone che beffa Lezzerini e regala dunque l’1-0 ai granata. Granata che continuano a spingere sull’acceleratore, con un Avellino molle, sulle gambe, che pressa poco e non ha grinta. Il raddoppio arriva così al minuto 18. Morero e Ngawa pasticciano così Minala serve Sprocati che tutto solo firma il 2-0. Novellino inserisce Asencio al posto di Bidaoui al 36′ ma non serve a molto anche se lo spagnolo dà un pizzico di vivacità in più ad un attacco abulico. Nella ripresa l’Avellino sembra leggermente più reattivo, ma la Salernitana non soffre assolutamente le iniziative degli irpini, anzi sfiora il tris con Zito che si procura e poi sbaglia un calcio di rigore: bravo Lezzerini a respingere il penalty al 25′. L’Avellino perde la testa e finisce in nove uomini con le espulsioni di Molina prima (fallaccio su Kiyine) e Asencio dopo per proteste. La Salernitana vince il derby dopo due mesi che non portava a casa i tre punti nei match interni. Avellino pienamente bocciato.