AVELLINO: BRAGLIA SI AFFIDA A MANIERO. BOSCAGLIA IN CAMPO CON  IL 4-3-3

AVELLINO: BRAGLIA SI AFFIDA A MANIERO. BOSCAGLIA IN CAMPO CON IL 4-3-3

6 Febbraio 2021 0 Di Michelangelo Freda

Giornata di rifinitura per l’Avellino di mister  Braglia in vista della gara di domani contro il Palermo. Al Partenio  Lombardi ci  si aspetta una squadra più  cinica, capace  di sfruttare ogni azione da goal che  viene costruita.  Il tecnico deve mantenere  alta la concentrazione del gruppo squadra dopo il pareggio di  Bisceglie (sesto risultato utile consecutivo) anche perchè il Palermo non è la squadra affrontata nel girone  d’andata.

Dopo il turnover  visto mercoledì, è probabile che Braglia opterà per la formazione titolare che ha  conquistato le tre  vittorie consecutive. Tra i pali ci  sarà Francesco Forte, titolare inamovibile.  La  difesa  vede il ritorno di Mirko Miceli dopo un turno di  squalifica per somma  di ammonizione. Il ritorno, del capitano biancoverde, vedrà costituire la difesa a tre  con Silvestri, Miceli e Illanes anche se, su quest’ultimo, potrebbe esserci la volontà di farlo rifiatare. Stesso discorso per il centrocampo. Tito tornerà titolare sulla fascia sinistra, sulla destra ci sarà Ciancio,  il calciatore più continuo finora. A formare la linea dei tre centrali ci saranno  D’Angelo, Aloi e  Carriero, quest’ultimo il vero e proprio acquisto in più del mercato di riparazione. In avanti, a meno di colpi di scena, dovrebbe esser confermata la coppia Fella-Maniero dando spessore alla linea offensiva.

In casa Palermo c’è fiducia nella gara contro l’Avellino. I rosanero vogliono riscattare il risultato negativo dell’andata, arrivato quando la formazione era decimata dal coronavirus. Il pareggio, ottenuto contro la Ternana, ha dato un iniezione di fiducia nella squadra di Boscaglia a cui  manca la vittoria dal 9 gennaio, quando Rauti condannò la Cavese. Nelle ultime quattro partite una sconfitta e tre pareggi.

Il tecnico palermitano dovrebbe optare per il 4-3-3 con Pelagotti tra i pali. Crivello, Somma, Palazzi ed Accardi a formare la linea di difesa. Luperini, De Rose ed Odjer in mezzo al campo. In avanti spazio al tridente Valente-Rauti-Kanoute.