NUOVO STADIO: UN PROGETTO ALL’AVANGUARDIA DA ALMENO 20 MILA SPETTATORI

NUOVO STADIO: UN PROGETTO ALL’AVANGUARDIA DA ALMENO 20 MILA SPETTATORI

20 Aprile 2021 0 Di Michelangelo Freda

“Il futuro è prossimo.” Questo il messaggio dell’Us Avellino comparso ieri pomeriggio sulle pagine social del club che ha scatenato immediatamente un tam tam di commenti tra i tifosi biancoverdi in fermento per il nuovo stadio Partenio Lombardi. Un mistero durato poche ore prima che, il presidente Angelo Antonio D’Agostino, desse l’annuncio ufficiale per la presentazione del nuovo impianto sportivo, prevista per sabato, 24 aprile, alle ore 11 presso l’aula consiliare del Comune di Avellino.

Zavanella, papà dello Stadium ad Avellino

Un progetto innovativo che porterà la firma di Zavanella, architetto dello Juventus Stadium, che cambierà completamente volto ad una zona della città e che proietterà il club biancoverde, nell’élite del calcio italiano. In un momento di difficoltà economica per il sistema sportivo europeo, con la scissione delle big dall’attuale convenzione sportiva con la costituzione della Superlega, l’Avellino guarda al futuro, cercando di proiettare la provincia irpina in una nuova concezione di far calcio.

Cifre e tempi del progetto stadio

Al momento non si conoscono nelle specifico i costi del progetto, che molto probabilmente verranno svelati sabato mattina. Stando alla prime indiscrezioni, e basandosi sulle dichiarazioni passate della proprietà irpina, la cifra del nuovo Partenio si dovrebbe aggirare intorno ai 60mln di euro. La capienza dovrebbe aggirarsi tra i20mila e i 25mila spettatori, cercando di raccogliere il più possibile i tifosi vicino al terreno di gioco. I tempi per la messa in posa della prima pietra per la costruzione del nuovo impianto sportivo dipenderanno dalla burocrazia che dovrà lavorare per accelerare i tempi o, in egual modo, per non procrastinarli.

Dopo la presentazione del progetto si passerà in conferenza di servizi che ha lo scopo di facilitare l’acquisizione da parte della pubblica amministrazione di autorizzazioni, atti, licenze, ecc mediante  la convocazione di riunioni collegiali (cosiddette conferenze) finalizzate all’emissione di un provvedimento amministrativo. L’obiettivo è di poter iniziare i lavori per la fine del 2021.

Insomma l’Us Avellino è pronta, adesso il progetto stadio verrà presentato per la felicità di tutti i tifosi che, nonostante l’amore per l’attuale impianto sportivo, da anni chiedono una struttura all’avanguardia con i tempi, capace di esser utilizzata anche con le peggiori condizioni meteo.