AVELLINO.L’OMICIDA DI SAN TOMMASO MESSO SOTTO TORCHIO, NON RISPONDE AL PM

AVELLINO.L’OMICIDA DI SAN TOMMASO MESSO SOTTO TORCHIO, NON RISPONDE AL PM

27 Settembre 2018 0 Di Ottavio Giordano

Interrogato dal Pm Vincenzo Russo , presso la Caserma del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, il 71 enne presunto omicida di Giuseppina Bellizzi, assistito dall’Avvocato Roberto Romano, in stato confusionale, si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere.

Il legale sottolinea,però, la volontà del suo assistito di collaborare successivamente con gli inquirenti – l’accusa nei confronti dell’anziano e’ di omicidio aggravato e tentato omicidio – attualmente in stato di fermo.Il 71enne nele prossime ore potrebbe essere arrestato e trasferito nel Carcere di Bellizzi irpino.Intanto i Carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica del delitto.

omicidio notizie avellino oggi san Tommaso

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri Massimo Cagnazzo sul luogo del delitto

Dall ’esame esterno eseguito dal medico legale Picciocchi le cause della morte della donna sarebbero da ricondurre al soffocamento .L’anziano secondo i primi indizi raccolti, avrebbe ucciso la sorella con il cuscino. Dall’autopsia pero’ potrebbero emergere altri importanti elementi per le indagini.

Intanto nel primo pomeriggio e’ stato ascoltato dagli inquirenti, anche il 68 enne fratello del presunto omicida , che giunto stamane in casa della vittima , in via Morra a Collina Liguorini , nel corso di una colluttazione, è stato ferito dall’indagato con un coltello .

Secondo una prima ricostruzione il presunto omicida dopo aver soffocato la sorella, lo aveva telefonato per avvertirlo che la donna era stata colta da malore.Una volta in casa tra i due fratelli è scoppiato un acceso diverbio.

Nel corso del litigio il fratello minore è stato attinto da alcuni fendenti sferrati dal presunto omicida. Coltellate che lo hanno ferito alle mani , provocando dei tagli anche al collo.

notizie avellino omicidio san tommaso

Il sangue dell’anziano ferito

Domani l’anziano sarà sottoposto a un intervento chirurgico alla mano sinistra che ha riportato delle gravi lesioni. Toccherà agli inquirenti definire il movente di tanta ferocia .

Tra le piste seguite dai Carabinieri anche il rifiuto della vittima all’ennesima richiesta di denaro del fratello.Il 71enne dopo la separazione con la moglie si era trasferito da Bologna ad Avellino.

Negli ultimi tempi testimoni raccontato di richieste sempre più pressanti . Stamane probabilmente il no dell’anziana a versare i soldi è costato la vita alla povera Giuseppina , ex dipendente comunale molto amata in città e dai suoi ex colleghi di Piazza del Popolo che la ricordano sempre disponibile e cortese all’ufficio anagrafe dove svolgeva le mansioni di usciere.