AVELLINO, LA MANCANZA DI CARRIERO SI SENTE. ORE CLOU PER DE FRANCESCO

AVELLINO, LA MANCANZA DI CARRIERO SI SENTE. ORE CLOU PER DE FRANCESCO

25 Marzo 2021 0 Di Pellegrino Marciano

Il Catanzaro incombe. Dopo la vittoria di ieri sulla Cavese la formazione giallorossa è a -6 dall’Avellino. Sicuramente una novità inaspettata per i biancoverdi che ora dovranno fare corsa con i calabresi e non più con i pugliesi. Impensabile qualche settimana fa. Sintomo che, come dichiarato più volte dallo stesso Braglia, è inutile guardare in casa degli altri, bensì è giusto e sacrosanto guardare in casa propria e pensare partita dopo partita. Sì perché se i lupi riuscissero a portare a casa diversi risultati utili non avrebbero problemi a blindare il secondo posto. Contro la Virtus Francavilla domenica sarà una partita molto complicata perché gli avversari hanno giovato del cambio allenatore. Non bisognerà sottovalutare i biancocelesti di mister Colombo perché proveranno a rendere difficile la vita ad un Avellino ferito e ancora con qualche defezione. A Bernardotto e Carriero si aggiungerà anche lo squalificato Silvestri mentre nelle prossime ore potrebbero arrivare buone notizie per De Francesco che si aggregherebbe alla squadra ma che non avrebbe in novanta minuti nelle gambe. Stanno mancando i due mediani di mister Braglia, soprattutto Carriero che è diventato fondamentale nel centrocampo biancoverde. Corsa, qualità, quantità, duttilità e inserimenti nell’area avversaria fanno dell’ex Monopoli uno dei top player del girone. Non è facile rinunciare al suo tipo di gioco, vedi anche la prova incolore di Adamo a Catania. Inoltre, Aloi si è aggiunto alla lista dei diffidati e all’orizzonte ci sono Ternana e Bari che non vedono l’ora di misurarsi con la squadra al momento da battere .