AVELLINO, C’È ATTESA PER L’INCONTRO. DI SOMMA VUOL RIFONDARE L’ATTACCO

AVELLINO, C’È ATTESA PER L’INCONTRO. DI SOMMA VUOL RIFONDARE L’ATTACCO

15 Giugno 2021 0 Di Michelangelo Freda

“Voglio restare qua ed arrivare ancora più lontano, conquistare quell’obiettivo che abbiamo solo sfiorato” così il direttore sportivo, Salvatore Di Somma, riassume la sua volontà sportiva, mettendo da parte qualsiasi genere di offerta prima di potersi confrontare con la proprietà dell’Us Avellino e decidere il futuro sportivo del club. Nelle prossime ore è atteso l’incontro tra il presidente Angelo Antonio D’Agostino, l’amministratore della Idc Giovanni D’Agostino, Salvatore Di Somma e il tecnico Braglia.

Le parti si confronteranno sul futuro del club biancoverde, cercando di comprendere se ci sono i margini per andare avanti insieme o virare su altre figure tecniche. L’Avellino, come società, dopo aver sfiorato la finale playoff, tenderebbe la mano verso l’attuale gestione ma, al tempo stesso, vorrebbero avere garanzie su obiettivi di mercato e valorizzazione dei giovani.

Di Somma, la rifondazione comincia dall’attacco

Il diesse Di Somma, intervenuto ieri sera in alcune trasmissioni locali, ha sottolineato come il gruppo squadra, con 18 calciatori di proprietà e soli 4 prestiti, vada solo puntellato, mantenendo l’ossatura principale intorno ad alcuni elementi, protagonisti in questa stagione. Certamente, visti i dati statistici, va migliorata la struttura offensiva del club. Maniero, Bernardotto, Santaniello e Fella hanno realizzato solo 30 goal in stagione, segno evidente che qualcosa non abbia funzionato come di dovere. E allora ci si domanda chi rimarrà in biancoverde.

Maniero ha altri due anni di contratto e il suo ruolo non è in discussione, vista anche la caparbietà con la quale il calciatore ha trascinato la squadra nei playoff. Fella farà ritorno a Salerno, neo promosso in Serie A, e bisognerà comprendere quali saranno le intenzioni della società. Il calciatore gradirebbe rimanere in Irpinia, anche per la vicinanza alla sua famiglia, ma al momento è difficile dire se il club biancoverde mostrerà nuovamente interesse per il calciatore. Santaniello ha diverse offerte dalla serie C, ed ovviamente, se non dovesse esser incluso nel progetto, troverebbe facilmente una nuova squadra. Da comprendere il futuro di Bernardotto. L’attaccante ha ancora un anno di contratto, ma le sue prestazioni non hanno convinto. Da lui ci si sarebbe aspettati più freddezza sotto porta anche se, data la giovane età, non è da sottovalutare la possibilità che possa rimanere in Irpinia per tentare il riscatto, vista anche la fiducia mostrata da Braglia durante la stagione.

Stagione 2021/22

Di Somma, ovviamente, sa che l’attacco ha bisogno di esser “aggiustato” perchè è ciò che è mancato a questa squadra in questa stagione nei momenti più importanti. “Partirei subito da due attaccanti” cosi il diesse ha riassunto le sue intenzioni di mercato, sottolineando come al resto della rosa servano solo altri 3/4 calciatori per completare ogni reparto, senza entrare in emergenza in caso di infortuni o squalifiche.

Adesso bisognerà solo attendere l’esito dell’incontro tra le parti per comprendere quale sarà il futuro dell’Us Avellino. Al di là delle questioni di mercato, c’è da capire anche quando inizierà la stagione 2021/22 per i biancoverdi, con un ritiro da definire e il primo impegno stagionale già fissato per il 15 agosto.