AVELLINO, IN CONSIGLIO SCAMBI TRA I BANCHI E “SCONTRI” A DISTANZA SU CONVOCAZIONE

AVELLINO, IN CONSIGLIO SCAMBI TRA I BANCHI E “SCONTRI” A DISTANZA SU CONVOCAZIONE

6 Settembre 2021 0 Di La redazione

Si aggiorna la geografia del Consiglio comunale di Avellino. Il dottor Nino Montanile ufficializza, in aula, l’ingresso nel gruppo di maggioranza “Ora Avellino” dando seguito ad una sinergia iniziata nel pieno dell’emergenza Covid. Percorso inverso per Alessandra Iannuzzi, eletta a Piazza del popolo in un gruppo festiano, smarcatasi con il passaggio in “Libertà è Partecipazione”, approdata definitivamente in minoranza con toni critici: «Quando tutto il potere e le decisioni vengono concentrate nelle mani di una persona sola  – ha dichiarato – si finisce inevitabilmente per agire con improvvisazione e approssimazione, andando sempre in affanno e vivendo solo di annunci che poi vengono continuamente disattesi». Il sindaco conserva intatta la forza dei numeri, anzi, dalle vicende esce politicamente rafforzata poiché il gruppo al quale aderiva Iannuzzi, con Di Sapio e Cesa, cessa automaticamente di esistere in assenza dei tre consiglieri necessari a formarlo. A tenere banco in aula ancora una volta sono stati gli “scontri istituzionali”. Presenti le minoranze ma non tutte. Una parte non ha partecipato ai lavori contestando irregolarità nelle procedure di convocazione. Iandolo, Preziosi, Cipriano, Marietta e Nicola Giordano non avendo ricevuto l’avviso via posta certificata chiederanno al Prefetto l’annullamento dell’assise. Erano presenti 26 consiglieri di cui 7 espressioni delle opposizioni. L’aula ha approvato in circa tre ore di discussioni debiti fuori bilancio, e piano di riequilibrio dei conti insieme a variazioni al piano di alienazione dei beni.