AVELLINO. IN CONSIGLIO L’OK SULLE PARTECIPATE, RINVIO PER LA COMMISSIONE INCOMPIUTE

AVELLINO. IN CONSIGLIO L’OK SULLE PARTECIPATE, RINVIO PER LA COMMISSIONE INCOMPIUTE

27 Dicembre 2019 0 Di La redazione

Con 18 voti a favore e 4 contrari il Consiglio comunale di Avellino approva la revisione delle società partecipate. Il dibattito sulla istituzione di un Commissione sulle opere incompiute è stata rinviata a gennaio

È stata una seduta di Consiglio comunale caratterizzata dallo scontro continuo, non nel merito delle questioni bensì delle procedure. Nessuna novità, dunque.

Nel mezzo del botta e risposta tra maggioranza e opposizione, l’approvazione del piano di revisione delle società partecipate del capoluogo su cui ha relazionato l’assessore alla Finanze Enzo Cuzzola.

In particolare, Avellino conferma il rientro nel Consorzio Asi deliberato dalla giunta a novembre, il contenimento della spesa del 25% per l’ Acs (Avellino Città Servizi) con la previsione di nuovi introiti dal controllo parcometri (+50%); confermate, inoltre, le quote di Avellino capoluogo in Alto Calore (10.36%).

Lo scontro politico si è concentrato, a più riprese, sulle richieste delle minoranze di verifica del numero legale per sottolineare allontanamenti dall’aula. Azioni di tipo “provocatorio” per i membri di maggioranza. Festa edi suoi hanno sempre mantenuto i numeri sottolineando come le azioni non fossero finalizzate a contributi fattivi.

Tra le divergenze di visione più animate va sottolineato lo scontro a distanza tra Iandoli e Urciuoli in merito all’appartenenza o meno di quest’ultimo alla maggioranza Festa.

Secondo il capogruppo di “Avellino prende parte”, la mancata definizione della posizione dell’esponente pentastellato è nel non voler rimettere mano alle commissioni; per il capogruppo del Movimento 5 Stelle, invece, la presenza in aula voluta dagli elettori è la sostanza della sua collocazione.

Rinviata ad una nuova seduta, da tenersi nel mese di gennaio, la istituzione di una commissione speciale sulle opere incompiute di Avellino. È stato lo stesso Urciuoli, che ne aveva proposto la nascita in conferenza dei capigruppo, a chiedere lo slittamento per favorire la più ampia discussione possibile attraverso una seduta monotematica.

La richiesta è stata votata dalla maggioranza. Si è trattato dell’ultimo atto per il 2019 del Consiglio comunale di Piazza del Popolo.