AVELLINO. IL PRONTO SOCCORSO ANCORA STRACOLMO DI PAZIENTI

AVELLINO. IL PRONTO SOCCORSO ANCORA STRACOLMO DI PAZIENTI

16 Agosto 2022 0 Di La redazione

Almeno 50 persone assistite e una decina in attesa nella giornata di oggi al Pronto Soccorso di Avellino.  Il blocco temporaneo degli interventi chirurgici programmati, pur di reperire posti letto, non risolve le croniche carenze

La calda estate del Pronto Soccorso di Avellino. Costantemente alle prese con la pandemia e le carenze della medicina territoriale, il punto d’accesso che in teoria dovrebbe essere riservato all’emergenza va in tilt per il “consueto” sovraffollamento. A nulla sono valsi i tentativi di arginare, con decisioni mirate, la “piena” di pazienti che rischia quotidianamente di travolgere gli operatori in prima linea, esposti sempre  più spesso ad aggressioni fisiche e verbali.

Se i lavori annunciati per l’ampliamento degli spazi fisici richiedono tempo, neppure il blocco degli interventi chirurigici programmati è riuscito a liberare posti letto e “smistare” gli arrivi.

Nulla da fare. Anziani allettati cronici e le carenze di personale, generano purtroppo gli stessi risultati di sempre.

Nella giornata odierna almeno 50 persone sono state prese in carico ed altre costrette ad attendere. Magari in ambulanza, l’unico posto dove i malati, per l’improvvisa carenza di barelle dovute al grande afflusso, hanno potuto trovare riparo; una situazione temporanea certo e che riguarda un po’ tutta Italia, ma in maniera diffusa la regione Campania. Piani alternativi al caos, in fondo, non ce ne sono: è l’amara constatazione di quanti si trovano ad attraversare le stanze del Pronto soccorso e a rimanervi… a lungo.