TANTI AUGURI DAG: UN ANNO FA L’ACQUISIZIONE DELL’US AVELLINO

TANTI AUGURI DAG: UN ANNO FA L’ACQUISIZIONE DELL’US AVELLINO

1 Marzo 2021 0 Di Michelangelo Freda

È passato un anno da quando  D’Agostino acquisiva le quote societarie  dell’Us Avellino dalle mani di Izzo e Circelli. Era il 29 febbraio del 2020 quando, alla sede di Montefalcione, veniva messa nero su bianco la cessione del club. Trecentosessantacinque giorni che hanno cambiato il  percorso della società biancoverde che da bistrattata è tornata ad esser una delle protagoniste del campionato  di Lega Pro. In un anno lo storico club irpino è tornato  nella parte alta della classifica, entusiasmando i suoi tifosi e lottando su ogni campo, ricevendo solo parole d’elogio. La rifondazione della società è  avvenuta tra le mille difficoltà con un acquisizione avvenuta in piena pandemia, con la proprietà costretta a non poter toccare con mano il calore dei propri tifosi.

Nonostante tutto, il progetto è andato avanti, senza appellarsi a scusanti o quant’altro, il gruppo D’Agostino ha allestito una rosa competitiva, scegliendo per la guida tecnica uno dei migliori allenatori presenti sul mercato. Al tempo stesso, però, il club ha fondato, da zero, anche l’Avellino Youth, il  settore giovanile biancoverde, osservato da molti e fonte  d’ispirazione, anche nella denominazione, da altre concorrenti. Ovviamente non sono mancate le critiche,  talvolta sommarie, da parte di una piazza che vorrebbe ritornare in palcoscenici più improntati, ma il duro lavoro e la caparbietà, hanno spazzato  via ogni dubbio.

In un anno l’Avellino ha cambiato volto, programmando il futuro e proiettandosi  verso quel che, si spera, saranno altri palcoscenici. In primis, nel mese di marzo, secondo quanto affermato dal presidente Angelo Antonio D’Agostino, verrà presentato al Comune e al pubblico il progetto del nuovo stadio. Un’opera che oscilla tra i 50 e i 60 milioni di  euro volta a rilanciare la zona di Via Zoccolari ma, soprattutto, lanciare l’Avellino in un nuova era, con uno stadio di proprietà, una  rarità in Italia.

Il 2021 sarà l’anno di rilancio dell’Avellino, con il progetto del gruppo D’Agostino che entrerà sempre più nel vivo, con la speranza che la pandemia arretri, lasciando spazio alla normalità e all’abbraccio tra i tifosi e la società biancoverde.