Home / Cronaca Avellino / VOLANTINI DIFFAMATORI.CORVI CONTRO LA CHIESA DI AVELLINO: E’ CACCIA ALLA TALPA CHE MINA LA DIOCESI

VOLANTINI DIFFAMATORI.CORVI CONTRO LA CHIESA DI AVELLINO: E’ CACCIA ALLA TALPA CHE MINA LA DIOCESI

Ascoltati nelle ultime ore alcuni parroci presi di mira da una raffica di volantini anonimi.La Digos di Avellino vicina alla svolta . Gli investigatori sulle tracce di una talpa che sta minando gli ambienti diocesani di Avellino.

Potrebbe avere presto un nome il corvo che ha diffuso in citta’ e nell’ hinterland i volantini diffamatori contro 13 parroci irpini. Gli uomini della Digos, considerando anche la gravita’ delle accuse riportate sui manifestini, corredati da foto e nomi dei sacerdoti presi di mira, alcuni stampati sono stati affissi al portone di alcune chiese cittadine, ha spinto la Polizia ad assestare un’accelerata all’iter investigativo. La curia chiede una svolta immediata su quella che in alcuni ambienti ecclesiali i fedelissimi della chiesa definiscono una macchina del fango azionata da ignoti contro una rappresentanza dei parroci in servizio sul territorio per la diocesi avellinese.

La Digos non esclude che nelle vesti del “corvo” ci siano una o piu’ persone che frequentano gli ambienti della curia, non si tratta di parroci ma di laici . Soggetti insospettabili che conoscono bene da dentro il mondo della chiesa. Nelle ultime ore sono stati ascoltati dagli investigatori alcuni dei preti indicati come peccatori dal corvo con titoli decisamente poco cristiani. Da “Don Casanova” a “Don Escort”. Parroci molto conosciuti e stimati in citta’ e presso alcuni comuni vicini al capoluogo additati di frequentare donne benestanti e parrocchiane , legati al dio danaro e ad interessi che hanno poco a che fare con il Vangelo. I peccati della Chiesa avellinese che tutti sanno ma nessuno dice,questo il titolo scelto dal corvo del volantino. Un appello al Vescovo Arturo Aiello ad aprire gli occhi sull’attività secondo l’anonimo poco lecita di chi lo circonda. L’invito a Sua Eccellenza a fare pulizia in una chiesa che il corvo definisce ipocrita. Dopo l’ombra dela talpa, la pista interna battuta dagli investigatori la curia si guarda ora anche dentro. Chi è il corvo che parla con i parroci per poi colpirli alle spalle ? Questa la domanda a cui dovrà rispondere innanzitutto la Questura.

VIDEO

 

Circa Ottavio Giordano

Ottavio Giordano

Vedi Anche

“MOSCATI” E “LANDOLFI” OSPEDALI RIUNITI, ARRIVA LA FIRMA DEL GOVERNATORE DE LUCA

Il governatore della regione Campania Vincenzo De Luca, ha firmato il decreto con il quale ...

ORA CHIEDETEGLI SCUSA

di Sandro Feola E adesso chiedete scusa a Nicola Mancino. Fatelo possibilmente mettendo da parte ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *