AVELLINO CALCIO: UNA SCONFITTA DA CUI RIPARTIRE, MERCOLEDÌ C’È LA PAGANESE PER IL RISCATTO

AVELLINO CALCIO: UNA SCONFITTA DA CUI RIPARTIRE, MERCOLEDÌ C’È LA PAGANESE PER IL RISCATTO

9 Novembre 2020 0 Di Michelangelo Freda

Prima sconfitta stagionale per l’Avellino di mister Braglia. I lupi, nella gara di ieri contro il Catanzaro, hanno messo in atto una delle peggiori performance della stagione, facendosi surclassare dagli avversari. Nei primi minuti di gioco, la formazione calabrese, ha iniziato a bucare la difesa irpina, creando non pochi grattacapi a Pane, che rischia di subire goal già al 6 minuto di gioco con la conclusione di Carlini che sfiora il palo.

Il primo tempo vede l’Avellino subire le incursioni degli avversari, mettendo in scena un gioco poco convincente. Il lampo, offerto da Fella con un eurogoal restituisce fiducia ai biancoverdi che giocano meglio fino al goal del pareggio firmato da Curiale, che con un tiro cross sorprende Leoni, subentrato al posto dell’infortunato Pane.

Il secondo tempo inizia nel peggiore dei modi. Miceli si fa espellere per doppio giallo dopo una combinazioni di errori difensivi che costringono il difensore biancoverde ad intervenire. Una decisione che appare giusta anche dai replay che vedono l’Avellino disputare il secondo tempo in 10 uomini, contro un Catanzaro padrone del centrocampo. Ed è al 58′ che Di Massimo firma il raddoppio per i calabresi sfuggendo alla difesa biancoverde, in sospetta posizione di fuorigioco, e piazzando il pallone li dove non può arrivare l’incolpevole portiere Leoni.

Braglia, proprio pochi minuti prima del goal dello svantaggio, aveva cercato di dar spessore al centrocampo inserendo Marco Silvestri al posto dell’attaccante Santaniello e Tito al posto di Adamo, cercando un pò di copertura in più sulle fasce. Ma ciò non basta.

L’Avellino prova a colpire gli avversari in avanti ma la manovra è caotica e poco efficiente. Il baricentro si alza e il Catanzaro ha vita facile a bucare la difesa irpina con comodi cross dalla propria trequarti verso gli attaccanti. Ed è proprio questa giocata a metter davanti la porta Di Piazza, entrato proprio al posto di Curiale, che supera facilmente il difensore Rocchi e buca il portiere in ritardo sull’uscita.

Un Avellino senza spina dorsale ieri, incapace di reagire alle incursioni degli avversari. Lo stesso Braglia, nella mixed zone, critica l’atteggiamento della sua squadra e le stesse sue scelte per l’undici iniziale. Una sconfitta da cui ripartire, arrivata ad inizio stagione in uno dei campionati di Serie C più strani degli ultimi anni. La gara appena passata darà ottimi spunti di riflessione in vista della gara contro la Paganese in programma mercoledì pomeriggio alle ore 17.30. L’imperativo sarà quello di portare a casa la vittoria per non perdere ulteriori punti preziosi per acciuffare la zona alta della classifica.

Di tutto quello che è successo nel campo e non solo ne parleremo stasera a Contatto Sport.