AVELLINO: ACCORDO CON KANOUTE, MICOVSCHI È VICINO. FRENATA BERNARDOTTO

AVELLINO: ACCORDO CON KANOUTE, MICOVSCHI È VICINO. FRENATA BERNARDOTTO

11 Agosto 2021 0 Di Michelangelo Freda

L’Avellino rinforza il reparto avanzato. È infatti ad un passo l’ufficialità di Mamadou Kanoute, esterno d’attacco classe 1993, che al Palermo, nella passata stagione,  ha collezionato 35 partite ed un gol. Decisamente meglio l’anno precedente a Catanzaro con 6 reti messe a segno. Per lui si tratta di un accordo biennale per i biancoverdi che puntano sul calciatore per creare imprevedibilità nel reparto avanzato.

Kanoute si è svincolato dal Palermo ed ha subito accettato l’offerta della formazione biancoverde che puntella il reparto offensivo con un’ala che cambierà anche i piani di gioco del tecnico Braglia. Il procuratore, Maurizio De Rosa, ha subito trovato l’accordo con l’Avellino che lo osservava già da molto tempo. Nella gara di andata dei playoff, il calciatore, tra le fila del Palermo, si mise in mostra con una buona prestazione, sottolineando le sue grandi doti atletiche. Il calciatore è nato a Dakar in Senegal e arrivò in Italia in giovane età militando prima tra le fila del Tor di Quinto, poi il passaggio al Benevento nella stagione 2011/12. Da lì in poi collezionò altre esperienze prima con la maglia dell’Ischia, poi con la maglia della Juve Stabia nella stagione 2016/17 dove in 31 presenze realizzò 7 goal e 7 assist. Una stagione che lo portò in Serie A dove collezionò due presenze con la maglia del Benevento. Il calciatore, successivamente, attirò le attenzioni della Pro Vercelli, in Serie B, dove però non ci fu mai una grande sinergia con il club. Dopodiché il passaggio al Catanzaro dove in 56 presenze realizzò 11 goal e 5 assist.

Da giovanissimo, Kanoute, fu osservato anche da Ronald Koeman, attuale tecnico del Barcellona, che lo portò in Olanda, prima al Feyenord, poi allo Sparta Rotterdam e infine all’Utrecht ma la giovane età del calciatore, in quanto minorenne, non permise in trasferimento  per via delle regole stringenti della Fifa, che vieta il tesseramento di minori extracomunitari.

Micovschi e Bernardotto, i piani di mercato

Il calciatore senegalese si aggiunge ai piani offensivi della squadra biancoverde che è oramai prossima alla conclusione della trattativa con Claudiu Micovschi, calciatore del Genoa, da tempo cercato dalla formazione biancoverde. L’accordo di massima, tra la società irpina e quella ligure, è stato trovato e la trattativa dovrebbe esser ufficializzata la prossima settimana. Micovschi è un vecchio pallino di Salvatore Di Somma che apprezzò le doti del calciatore due anni fa quando vestiva la maglia dell’Avellino. La trattativa si è sviluppata grazie agli ottimi rapporti tra i due club con dialogo fitto tra i due presidenti. Il calciatore, questa volta, non verrà in prestito ma a titolo definitivo, segno di una costruzione metodica della squadra che vuol aver la proprietà dei singoli creando risorse per il futuro. Ma il mercato del’Avellino non si ferma qui ed è probabile l’arrivo di un nuovo volto per il reparto avanzato.

Al tempo stesso, sul fronte delle uscite, la trattativa di Bernardotto al Gubbio sembra essersi arenata. Il calciatore potrebbe rientrare in un operazione di scambio con il Foggia di Zeman, con l’Avellino intenzionato ad assicurarsi le prestazioni di Curcio. Non è esclusa la possibilità di rimuovere il calciatore dal mercato per tenerlo stabilmente in rosa.