AVELLINO, CALCIOMERCATO TRA VECCHIE E NUOVE CONOSCENZE

AVELLINO, CALCIOMERCATO TRA VECCHIE E NUOVE CONOSCENZE

20 Agosto 2020 0 Di Michelangelo Freda

L’Avellino Calcio non è immobile. Al contrario delle paturnie di alcuni tifosi, che scalpitano per gli acquisti, la situazione interna al club appare più che tranquilla. Mister Braglia si confronta giornalmente con Salvatore Di Somma, analizzando ogni possibilità di mercato cercando di mantener fede alla linea dettata dalla società.

Dopo la firma di Francesco Forte, portiere proveniente dalla Carrarese, dove ha collezionato 30 presenze per un totale di 2.760 minuti giocati e 45 goal subiti, l’Avellino è su Giacomo Satalino, portiere scuola Sassuolo classe 1999 nell’ultima stagione al Renate.

L’Avellino, ecco i nomi per il reparto offensivo

Per quanto riguarda il reparto offensivo, dopo la mancata firma di Caturano, che ha preferito Cesena nonostante l’offerta economica vantaggiosa dell’Avellino, il club sta cercando di comprendere quale sia la mossa migliore per il reparto offensivo. Luigi Castaldo, come confermato dallo stesso agente, è stato sondato dalla società biancoverde ma le vicissitudini con la Casertana non permettono, al momento il decollo della trattativa. Nonostante il nome di Castaldo scaldi i cuori dei tifosi biancoverde, la proprietà starebbe valutando se proseguire o meno nella trattativa, cercando di dar nuova linfa al progetto sportivo. Mattia Bortolussi piace a mister Braglia e lo stesso Di Somma avrebbe avviato qualche sondaggio con l’entourage del giocatore e con il Novara per comprendere la disponibilità per un trasferimento in Irpinia. L’attaccante originario di Ancora vanta 26 presenze e 10 goal, su un totale di 2.188 minuti giocati, con la maglia della squadra piemontese. Solo un sondaggio per Simone Corazza, classe 1991, in uscita dalla Reggina. Il giocatore piace ma su di lui ci sono tanti club interessati e al momento l’Avellino non avrebbe avanzato nessuna proposta economica, cercando di comprendere le reali volontà del giocatore e del club calabrese neo promosso in Serie B.

La trattativa per Salvatore Elia, al momento, ha subito uno stop con le società in attesa di comprendere il futuro del calciatore. L’intenzione dell’Atalanta è quella di mandare il giocatore in Serie B, ma se non arriveranno offerte convincenti, il calciatore accetterebbe il trasferimento in Irpinia. Stesso discorso anche per Claudiu Micovschi, calciatore di proprietà del Genoa, che tornerebbe volentieri ad Avellino ma al momento attende di valutare alcune offerte dal campionato di Serie B.

Difesa, alcuni nomi per puntellare il reparto

Per quanto riguarda il reparto difensivo, l’Avellino, dopo aver ottenuto la firma di Gabriele Rocchi e la riconferma di Laezza, è a lavoro per Alberto Dossena, difensore centrale classe 1998 di proprietà dell’Atalanta reduce dal prestito all’Alessandria.  Non sembrano esserci perplessità per Mario Nikolic, difensore classe 2001 proveniente dalla Dinamo Zagabria, al momento bloccato in Croazia dato il contagio da coronavirus. Il calciatore è asintomatico e sta passando le giornate a casa come predisposto dal protocollo sanitario. Solo tra una decina di giorni il calciatore, dopo l’esito negativo del tampone, potrà viaggiare in Italia per porre la firma nero su bianco sul contratto con l’Avellino Calcio.

La società non è ferma e lavora in sordina per portare in Irpinia i protagonisti della prossima stagione sportiva, ponderando ogni singola scelta evitando di farsi travolgere dalla fretta. Le prossime ore saranno cruciali per l’Avellino.