AVELLINO, INFORTUNIO FORTE: AL VIA TECNICA DI RECUPERO CON LE SUPER PIASTRINE

AVELLINO, INFORTUNIO FORTE: AL VIA TECNICA DI RECUPERO CON LE SUPER PIASTRINE

4 Novembre 2020 0 Di Michelangelo Freda

Si lavora al recupero di Francesco Forte in casa Avellino. L’infortunio, arrivato durante la gara contro la Turris, ha tenuto sul filo spinato i tifosi biancoverdi. L’estremo difensore ha rimediato uno scollamento muscolo-aponeurotico, a livello del terzo prossimale del retto femorale destro. Insomma un brutto infortunio che terrà lontano il portiere biancoverde per quasi due mesi.

Al tempo stesso, il club, nella figura del dottor Gennaro Esposito, coadiuvato dall’esperto dottor Domenico Volino, sono pronti per iniziare il recupero di Francesco Forte tramite l’utilizzo di PRP, in sostanza del plasma ricco di piastrine. Una nuova tecnica della medicina rigenerativa che, tramite un trattamento speciale del sangue del paziente, separa i globuli rossi dai bianchi e dalle piastrine.

Una volta eseguita questa procedura, vengono effettuate delle infiltrazioni mirate con le stesse piastrine nella zona interessata dall’infortunio. Una tecnica che potrebbe accorciare i tempi di recupero dell’estremo difensore fino al 50%. Il club punta a recuperare il giocatore in 40 giorni, ovviamente seguendo passo dopo passo il ripresa muscolare dell’interessato.

Intanto, tra i pali, contro il Catanzaro, ci sarà Pasquale Pane, portiere esperto reduce dall’ultima stagione con il Picerno. Non è da escludere un possibile intervento sul mercato se i tempi di recupero del portiere si dovessero allungare.