GLI OBIETTIVI DELL’AVELLINO SONO BEN DEFINITI. PIEDI A TERRA E PROGRAMMAZIONE

GLI OBIETTIVI DELL’AVELLINO SONO BEN DEFINITI. PIEDI A TERRA E PROGRAMMAZIONE

19 Giugno 2021 0 Di Michelangelo Freda

L’Us Avellino saluta la passata stagione e si proietta verso il futuro. Ieri, nel giardino di Villa Solimine, la società biancoverde ha definito le linee programmatiche del futuro, rispondendo punto su punto sulla programmazione della prossima stagione. Il presidente, Angelo Antonio D’Agostino, non si è scomposto, nessun volo pindarico e nessuna promessa, mantenendo i piedi ben saldi a terra ha tracciato il prossimo percorso del club, sottolineando le grandi ambizioni per la prossima stagione. Promettere il primo posto sarebbe stato fuori luogo, forse sarebbe stata un’esclamazione frutto di mero protagonismo, come visto negli anni passati. Nel calcio si sa, solo il campo è il giudice supremo e tanti club, nonostante i grandi esborsi economici, non hanno mai raggiunto i risultati sperati.

Ed ecco che la parola chiave “continuità” assume un significato ben specifico, segno di programmazione e di attenzione ai più piccoli dettagli. L’obiettivo è quello di puntellare la squadra con 5-6 elementi di qualità, come stesso affermato dal direttore Di Somma, cercando di commettere meno errori possibili rispetto alla passata stagione, dove, alcuni acquisti, hanno deluso le aspettative. Acquisti mirati e non perché presi dalla frenesia del calciomercato, come sottolineato dall’amministratore della Idc, Giovanni D’Agostino.

Sarà un campionato con tantissime piazze calde, e la società sa bene che questa fattore, in vista di una stagione con il pubblico presente sugli spalti (si spera), inciderà non poco sulle gare che si andranno ad affrontare. Nei prossimi giorni verranno limati gli ultimi dettagli dell’accordo, con la programmazione anche del ritiro del gruppo squadra, con Sturno e Salorno come possibili mete. Toccherà al tecnico e al diesse decidere. Intanto, il mister, ieri pomeriggio è apparso sorridente, nonostante le poche parole dette, Braglia ha fatto intendere come l’Avellino sarebbe stata la prima scelta, dato che non aveva dubbi sulla voglia di rimanere per riscattarsi dal traguardo sfumato ad un passo.

L’Us Avellino, oltre ad aver legato nuovamente intorno  a se i tifosi, motore pulsante del club, alla conferenza stampa erano presenti anche gli sponsor, che hanno sottolineato l’importanza di fare squadra tra gli imprenditori della provincia irpina, sostenendo questo progetto sportivo, fiore all’occhiello del territorio.

Adesso però, finiti i convenevoli, la società è già a lavoro per assicurare pezzi pregiati ai tifosi dell’Avellino con il ritiro in programma per la terza settimana di luglio, dove la dirigenza vuole arrivare già con qualche nuovo contratto chiuso per entusiasmare tutti i tifosi della calda provincia irpina.