AVELLINO, BRAGLIA: “MI FIDO DEI MIEI UOMINI. DAVANTI LA CURVA SUD DOBBIAMO FARE BENE”

AVELLINO, BRAGLIA: “MI FIDO DEI MIEI UOMINI. DAVANTI LA CURVA SUD DOBBIAMO FARE BENE”

24 Settembre 2021 0 Di Michelangelo Freda

Conferenza stampa mattutina per mister Braglia in vista della gara tra Avellino e Potenza. L’allenatore dei biancoverdi conosce l’importanza della sfida dopo i quattro pareggi consecutivi e analizza gli sviluppi della sua squadra: “Abbiamo studiato il Potenza. Si chiudono bene palleggiando molto. Con il Bari hanno fatto molto bene, a Foggia invece hanno preso tre goal quando si sono aperti. Sono una squadra strutturata che può far un buon campionato. Vanno presi con le molle dato che noi affrontiamo questo periodo senza vittoria. In tutte le gare abbiamo preso dei legni, sfiorato il goal e comandato il gioco. Ci vuole anche un pò di fortuna. Io penso che la squadra debba continuare a fare ciò che sta facendo, mettendoci più cattiveria e più fame. Ripeto, ci manca un pò di fortuna quest’anno. Dobbiamo esser la squadra che tutti vogliono. Ripeto, nelle scorse partite, come contro il Campobasso, abbiamo steccato la gara dal primo tempo. Con il Latina invece abbiamo fatto 30 minuti di alto livello e poi siamo crollati sotto il profilo atletico.

Ritorno dei tifosi e utilizzo dei nuovi arrivati: Tornerà la Curva domenica e ci teniamo a fare bene. Per me sono tutti punti di riferimento, anche quelli nuovi, come Mastalli, Matera ecc. Non vedendo gli allenamenti voi non vi rendete conto della loro condizione. Maniero fisicamente sta bene, ha raggiunto il suo peso forma. Non si è fatto nulla a Monopoli fortunatamente. Adesso deve lavorare e darci una mano come tutti i compagni di reparto. L’Avellino ha una rosa di qualità per fare un campionato di vertice. Io non cambio idea perchè ho pareggiato quattro partite. Abbiamo le possibilità concrete di fare i fatti e raggiungere i risultati sperati. Bisogna saper aspettare. Io devo esser bravo a veder la crescita di tutti i giocatori e comprendere il momento che vivono i calciatori. Se andiamo a vedere i cinque cambi hanno cambiato anche il modo di vedere il calcio a gara in corso, soprattutto a centrocampo. Il calcio è cambiato, anche grazie a questi cinque cambi.

Bove? Ha fatto molto bene. Abbiamo lavorato sempre su due moduli e il direttore mi ha accontentato con gli acquisti per variare formazione. Ci manca ancora Micovschi e Di Gaudio deve recuperare la forma. I riferimenti tattici sono quelli visti, poi ci adattiamo a seconda delle necessità. Io gioco in base al materiale che ho a disposizione.

Assenza di goal? Si sbloccheranno fidatevi. Kanoute sta crescendo, cambiando anche modo di giocare verticalizzando di più. Lui sta meglio di tutti fisicamente. Sono convito che questa squadra darà soddisfazioni. Micovschi? Sta recuperando. I dottori lo valutano costantemente. Non vogliamo fare gli errori della passata stagione, in particolare io come feci con Errico la passata stagione.

Cross dalla trequarti? Tito crossa di più, gli altri scendono di più sulla fascia. Sulla destra arriviamo più spesso sul fondo, a volte non scegliamo bene i tempi per attaccare la porta. Maniero è sempre stato forte di testa ecco perchè arriviamo sul fondo. Turnover? Non lo farò. Devo pensare a vincere le partite che abbiamo davanti. Dobbiamo recuperare morale e fiducia poi penseremo a queste cose.