Home / Attualità / AVELLINO. BILANCIO, TEATRO, ACS: SU IL SIPARIO… SULLE SCELTE

AVELLINO. BILANCIO, TEATRO, ACS: SU IL SIPARIO… SULLE SCELTE

Fibrillazioni in vista del via libera a Foti. La gestione del Teatro, le nomine all’Acs, varie ed eventuali sono all’ordine del giorno, non del Consiglio, ma delle trattative politiche. Per il “Gesualdo”, in attesa di liquidazione e risorse, c’è già il nodo affidamento. Maietta: «Criticità segnalate, si valutino gli atti pregressi per la partnership» 

Lunedì il Consiglio comunale di Avellino è chiamato ad approvare il bilancio. Le percentuali che l’amministrazione Foti si sciolga sotto il sole d’agosto, non avendo i numeri per superare lo scoglio, sono residue. Abbondano, invece – puntuali ad ogni resa dei conti – le fibrillazioni. La spia del dissenso si è accesa col vertice di maggioranza convocato e disertato dalle varie anime del Pd. Vi hanno partecipato solo due consiglieri e tre assessori i quali, nonostante tutto, hanno manifestato cauto ottimismo.

A rassicurarli, evidentemente, c’è il fatto che nonostante le ferie, nella seduta di martedì o mercoledì in seconda convocazione, almeno 11 mani si alzeranno per il Sì al conto consuntivo.

In questo scenario proviamo ad andare più a fondo per comprendere quale dibattito, in realtà, si stia consumando nel dietro le quinte. In particolare, dietro quelle del Teatro “Carlo Gesualdo”.

Le ultime dichiarazioni rese alla stampa dall’assessore alla Cultura Bruno Gambardella hanno gettato benzina sul fuoco.

Nell’attesa di liquidazione e risorse, l’esponente dameliano ha espresso la volontà d’indire una nuova gara per la gestione del Gesualdo, oltre ad aver etichettato come “Una stucchevole gara alle competenze” l’operato dell’organismo presieduto da Antonio Caputo. Fatti e commenti che sono stati mal digeriti dal Comitato. Da tempo è attesa l’approvazione di una delibera di giunta che fornisca gli indirizzi sul futuro del Teatro.

Se ancora non arriva, evidentemente, ci sono nodi da sciogliere. Nodi che riguardano aspetti tecnici ma pure “paternità o maternità politiche”, che dir si voglia, sulla gestione d’ora innanzi. Le strategie dell’assessore e quelle del comitato sembrano divergere. A seconda di quella che verrà adottata – ed è questo il punto – si potrebbe determinare la presenza o meno in aula dei consiglieri di questa o quell’anima. Una sintesi tra dameliani ed il resto della maggioranza sarà necessaria e soprattutto dovrà essere scritta nella decisione che l’esecutivo adotterà prima del prossimo Consiglio. Chiaramente in queste ore non si discute solo di teatro. I riflettori sono spenti, ma a sipario chiuso si valutano anche le nomine del futuro amministratore Acs, del bando per la gestione parcheggi, della convenzione del piano di zona che di voti in aula ne richiede 17, e di altre “varie ed eventuali”.

Tornando al teatro, pur tenendosi ben lontano dal dibattito politico, non rinuncia a commentare questa delicata fase l’avvocato Angelo Maietta, membro del comitato di Gestione, esperto di chiara fama nel campo cultura e spettacoli. All’uscita dall’ultimo improduttivo confronto in Comune Maietta ha sinteticamente dichiarato: «Abbiamo segnalato più volte, mettendole per iscritto, quali sono le criticità. Riteniamo sia opportuno verificare se abbiano o meno valore gli atti pregressi compiuti dall’Amministrazione in relazione alla scelta del partners per la nuova stagione teatrale». Anche il Presidente Caputo in queste ore ha palesato dubbi relativamente all’affidamento della gestione del teatro con nuovo avviso, per possibili ritardi che inciderebbero sui tempi di avvio e la qualità del cartellone ed esporrebbero l’ente a possibili ricorsi. Competenze, dunque, alacremente al lavoro sembra essere la risposta a Gambardella.

Alle trattative politiche l’onere delle migliori scelte possibili.

 

Circa Vincenzo Di Micco

Vincenzo Di Micco

Vedi Anche

ROBERTI A SANT’ANGELO DEI LOMBARDI: ALTA IRPINIA IMMUNE DALLA CRIMINALITA’ MA MAI ABBASSARE LA GUARDIA

Il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti ed il Procuratore della Repubblica di Avellino Rosario Cantelmo ...

AVELLINO INSICURA? CANTELMO: LA CITTA’ SI FA SCIVOLARE FACILMENTE LE COSE ADDOSSO

Dopo gli ultimi atti deliquenziali ad Avellino ad intervenire è anche il Procuratore della Repubblica ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *