ATO RIFIUTI. TROPEANO VERSO LA PRESIDENZA. A MAGGIORANZA O ALL’UNANIMITA’ ?

ATO RIFIUTI. TROPEANO VERSO LA PRESIDENZA. A MAGGIORANZA O ALL’UNANIMITA’ ?

2 Marzo 2017 0 Di Vincenzo Di Micco

Scadono domani alle 13.00 i termini per la presentazione della candidature alla Presidenza del nuovo Ato rifiuti. L’ente irpino chiamato ad organizzare il servizio, con la supervisione della Regione Campania, s’insedierà l’8 marzo. L’intesa istituzionale tra partiti ha portato al Pd una dote maggioritaria di 5 consiglieri su 12 componenti l’organismo. I democratici hanno ufficilamente indicato il sindaco di Montefredane Valentino Tropeano per il delicato incarico. La convergenza è stata ratificata al termine di un incontro svoltosi nel pomeriggio, la comunicazione è quiundi pervenuta a tutti gli amministratori eletti, rappresentanti degli altri partiti, ritrovatisi a Palazzo Caracciolo. Salvo sorprese dell’ultima ora, dunque, Tropeano dovrebbe trovare l’appoggio anche delle forze del centrodestra e del centrosinistra. Le larghe intese non possono comunque prescindere dai programmi e in queste ore l’Udc, che esclude candidature alternative, chiede ufficilamente al Pd un confronto sulle strategie, diversamente potrebbe esserci un non voto il che non avrebbe alcuna influenza sull’elezione di Tropeano. Anche il centrodestra ha chiesto garanzie sulle linee guida. Scelta Civica ha in tempi non sospetti espresso parere favorevole all’intesa su una candidatura autorevole e di competenza espressa dal Pd e che Tropeano rappresenta.  L’aspetto programmatico resta fondamentale. Per abbattere i costi delle bollette serviranno nuovi impianti in provincia di Avellino e probabilmente l’ingresso di privati nella gestione. D’altrone già scalpita Irpiniambiente, pronta a difendere l’interesse pubblico contro infiltrazioni camorristiche e la posizione dei 400 addetti. A Tropeano che sembra godere di unanime consenso al di là dei distinguo, un programma chiaro e definito da portare in aula l’8 marzo nel giorno d’insediamento, sarà essenziale per evitare successive sorprese.