Home / Attualità / ASL. PAGAMENTO TICKET, RIPRISTINATO IL SERVIZIO

ASL. PAGAMENTO TICKET, RIPRISTINATO IL SERVIZIO

La nota stampa dell’ASL

L’Asl di Avellino, diretta dalla dott.ssa Maria Morgante, nello scusarsi per il disservizio arrecato all’utenza, comunica che da oggi è ripristinato presso il Distretto Sanitario di Avellino il servizio di pagamento ticket tramite cassa automatica. L’istituto bancario tesoriere, a cui l’Azienda ha affidato il servizio di riscossione dei ticket, ha infatti comunicato il ripristino della cassa automatica, in questi giorni soggetta a manutenzione.

Intanto, al fine di evitare possibili nuovi disservizi, l’Asl di Avellino con delibera del Direttore Generale n.1276 del 11/10/2017 ha dato il via alle procedure per la sostituzione, in via autonoma, delle quattro casse automatiche, ormai obsolete, con sei totem di nuova generazione che entreranno in funzione entro 60 giorni.

Le apparecchiature saranno dislocate presso le seguenti sedi:

– Distretto Sanitario di Avellino,

– Distretto Sanitario di Atripalda,

– Distretto Sanitario di Monteforte Irpino,

– Presidio Ospedaliero di Solofra,

– Presidio Ospedaliero di Ariano Irpino,

– Presidio Ospedaliero di Sant’Angelo dei Lombardi.

 

Le nuove casse automatiche offriranno al cittadino un funzionamento semplice e intuitivo, in grado di ridurre al minimo le operazione che l’utente deve compiere per il pagamento attarverso interfacce grafiche. Grazie alle nuove tecnologie è previsto che il pagamento potrà essere effettuato mediante operazioni in contanti e con carta bancomat, unitamente al rilascio della ricevuta di pagamento utile ai fini fiscali.

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

DE RISIO HA FIRMATO. MA NIENTE ALLENAMENTO IN ATTESA DEL NULLA OSTA

Si è da poco concluso l’allenamento odierno dell’Avellino al Partenio-Lombardi. Ma nessun lavoro con i ...

GIOCO D’AZZARDO IN ALTA IRPINIA, DON RINO MORRA: E’ UNA MANCANZA DI VALORIZZAZIONE DI SE STESSI

Il gioco d’azzardo colpisce in modo serio soprattutto l’Alta Irpinia dove le statistiche più impietose ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *