ARIANO. BLITZ DELLA POLIZIA IN DISCOTECA, FESTA FINITA: MANCAVANO LE AUTORIZZAZIONI

ARIANO. BLITZ DELLA POLIZIA IN DISCOTECA, FESTA FINITA: MANCAVANO LE AUTORIZZAZIONI

27 Dicembre 2017 0 Di La redazione

La Polizia di Stato  sequestra un  noto locale adibito a discoteca sprovvisto delle necessarie autorizzazioni tese a garantire la pubblica incolumità. La nota stampa:

 Il Questore di Avellino Luigi Botte, allo scopo di garantire maggiore  sicurezza nel capoluogo irpino e nei territori sede di Commissariato, nel corso di queste festività natalizie ha notevolmente intensificato i servizi di controllo del territorio, specie nelle ore serali e notturne, che in questi giorni, presso locali e pub hanno registrato un maggior afflusso di persone.

Nella notte tra il 25 e 26 dicembre scorsi, gli Agenti del Commissariato di Ariano Irpino, coadiuvati da personale della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura, ha posto sotto sequestro preventivo un noto locale della movida arianese, dove era in atto uno spettacolo ed intrattenimento danzante, ampiamente pubblicizzato sui social.

Gli organizzatori della serata reclamizzavano l’evento come “un vero e proprio spettacolo” che avrebbe coinvolto i partecipanti per l’intera notte, proponendo come “guest” della serata una giovane, avvenente musicista, ampiamente conosciuta sul web e protagonista tra l’altro di numerosi programmi televisivi.

All’atto del controllo, nel locale vi erano oltre 400 persone, tutte di giovane età, intente ad assistere all’esibizione della violinista e a consumare drinks  mentre ballavano. I poliziotti, dopo aver verificato l’irregolarità della manifestazione, in quanto posta in essere  senza le previste  autorizzazioni, procedevano a far defluire gli avventori, provvedendo poi all’immediata chiusura del locale che è stato sottoposto a sequestro.

Venivano inoltre individuati due dipendenti del locale che di fatto svolgevano irregolarmente l’attività di “addetti alla sicurezza”; gli stessi sono stati sanzionati amministrativamente. Al termine degli accertamenti di rito  il titolare del locale e gli organizzatori dello spettacolo sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento, in quanto responsabili di apertura abusiva di luogo di pubblico spettacolo ed intrattenimento.

Guarda il servizio: