ARIANO. CASO BIMBO NON VISITATO. BOTTA E RISPOSTA CITTADINANZATTIVA-ASL

ARIANO. CASO BIMBO NON VISITATO. BOTTA E RISPOSTA CITTADINANZATTIVA-ASL

20 Agosto 2020 0 Di La redazione

Sul caso guardia medica senza otoscopio, dopo la denuncia di Cittadinanzattiva e la replica dell’Asl, la controrisposta dell’associazione per la tutela dei diritti. La nota stampa 

Si apprendono dalla stampa le osservazioni sull’increscioso evento segnalato in data 17/08/2020 e si precisa quanto segue:

  1. Sarebbe opportuno e corretto comunicare con l’associazione scrivente tramite i canali ufficiali, vale a dire mail, pec e quant’altro, visto che questo è il metodo di comunicazione adottato da istituzioni pubbliche e dalle associazioni accreditate a livello nazionale.
  2. La mancanza dell’otoscopio, come già rilevato, non è attribuibile ad una carenza dell’ASL, in quanto fa parte della minima dotazione strumentale di ciascun medico.
  3. Per quanto riguarda la mancata valutazione strumentale dell’orecchio, ci si chiede come sia possibile effettuare una diagnosi senza procedere ad una visita. Nella continuità assistenziale lavorano medici o anche stregoni? Per inciso, il paziente in oggetto, visitato successivamente da altro medico, è risultato affetto da otite catarrale, patologia per la quale è ancora in cura.

 

GUARDIA MEDICA ARIANO, LA REPLICA ASL A CITTADINANZA ATTIVA

«BIMBO CON MAL D’ORECCHIO NON VISITATO PER CARENZA STRUMENTI». CITTADINANZATTIVA SEGNALA IL CASO