AREE INTERNE, IL CONSIGLIO REGIONALE APPROVA LA LEGGE SULLE COOPERATIVE DI COMUNITÀ

AREE INTERNE, IL CONSIGLIO REGIONALE APPROVA LA LEGGE SULLE COOPERATIVE DI COMUNITÀ

10 Febbraio 2020 0 Di La redazione

É uno strumento che servirà a contrastare fenomeni di spopolamento, declino economico, degrado sociale urbanistico. É questa la legge delle cooperative di comunità che è stato approvato oggi dal Consiglio regionale della Campania. Le cooperative di comunità dovranno operare prevalentemente in uno o più comuni o aree rispondenti a determinate caratteristiche (comuni delle “aree interne”, piccoli comuni, aree urbane fortemente degradate). La legge è stata approvata oggi dal Consiglio regionale della Campania con 34 voti a favore.

Il provvedimento è stato illustrato in aula dalla consigliera Maria Ricchiuti. Con il testo normativo approvato dal Consiglio regionale si vuole interventi per favorire la residenza e contrastare lo spopolamento promuovendo servizi come l’attività di vendita di generi alimentari, di prodotti di prima necessità e rivendita di giornali, di quotidiani e di riviste; servizi di pagamento, previo ottenimento della relativa autorizzazione o licenza; servizi di natura informatica; servizi di assistenza per la prenotazione telefonica o telematica di visite mediche e supporto tecnico per servizi sanitari; servizi di raccolta e successivo invio della corrispondenza nei centri abitati privi di ufficio postale, previa apposita convenzione con il gestore del servizio postale; servizi bibliotecari e noleggio di libri; servizi di mobilità; attività di valorizzazione delle tradizioni tipiche locali e della trasmissione inter-generazionale dei saperi.

Possono essere soci delle “cooperative di comunità” le persone fisiche, le persone giuridiche ed ogni altro soggetto o organizzazione che sono residenti, o sono stati residenti, o che hanno fissato la sede nella comunità interessata, oppure che in essa operano con carattere di continuità.