Home / News / E’ AMPIO IL FRONTE DEL DISASTRO NEL FIUME SABATO. PRONTO UN ESPOSTO. ESAMI SU ACQUE E PESCI

E’ AMPIO IL FRONTE DEL DISASTRO NEL FIUME SABATO. PRONTO UN ESPOSTO. ESAMI SU ACQUE E PESCI

La sensazione, risalendo il letto del fiume Sabato fino ad Arcella, è che il disastro assuma dimensioni sempre più rilevanti. Migliaia e migliaia, i pesci ritrovati senza vita: partendo da Tufo e attraversando le sponde di Prata e Pratola Serra fino al nucleo industriale di Pianodardine, permane l’odoraccio di putrefazione. Sul fronte investigazioni qualcosa, finalmente, si muove. Una pattuglia dei Carabinieri forestali ha ispezionato l’area verbalizzando lo stato dei luoghi. Su sollecito del consigliere del comune di Prata Principato Ultra, James Coccia, l’Arpac è intervenuta nel giro di 24 ore dai ritrovamenti. Diversi campioni d’acqua, prelevati a più riprese e in più punti, sono stati inviati in laboratorio: le analisi dovranno riscontrare i livelli e la presenza, o meno, d’inquinanti. Anche il sindaco del Comune di Tufo, Nunzio Donnarumma, ha fissato un tavolo tecnico per gli inizi della prossima settimana allo scopo di valutare il fenomeno nella sua complessità, dall’inquinamento, allo scippo delle acque che ha ridotto il fiume a rigagnolo. L’associazione “Salviamo la Valle del Sabato”, intanto, ha preannunciato la presentazione di un esposto denuncia alla Procura della Repubblica. Mancava all’appello soltanto l’Asl. Ma è notizia di queste ore: la sezione veterinaria, in seguito a sopralluoghi, ha prelevato un campione di fauna ittica, i pesci saranno inviati all’Istituto Zooprofilattico di Portici per l’esecuzione di un’autopsia. I risultati non si conosceranno in tempi brevi. Molto probabile è che le analisi sulle acque arrivino entro il fine settimana, potrebbero già essere a disposizione del tavolo tecnico invocato dal comune di Tufo, sullo stato di salute dei pesci ci vorrà qualche giorno in più. L’attenzione che sembrava inizialmente minima sul caso, sta crescendo di pari passo con la portata del disastro. La collaborazione tra istituzioni diventa determinante in questa fase per accelerare le pratiche e gli interventi. A tal proposito, il consigliere Coccia da noi interpellato, a nome del Comune di Prata, sottolinea la disponibilità – se sarà ritenuto opportuno – a partecipare al tavolo tecnico indetto dal Comune di Tufo: «L’ottica con cui ci muoviamo è quella di una visione integrale del territorio – spiega Coccia – abbiamo subito attivato le autorità preposte e continueremo a tenere alta la guardia, ben vengano le sinergie».

Circa Vincenzo Di Micco

Vincenzo Di Micco

Vedi Anche

WALTER NOVELLINO POST NOVARA-AVELLINO /L’INTERVISTA INTEGRALE

L’allenatore dei lupi Walter Novellino nel post gara di Novara-Avellino. L’INTERVISTA INTEGRALE

MATTEO ARDEMAGNI POST NOVARA-AVELLINO /L’INTERVISTA INTEGRALE

Autore di una doppietta contro il Novara il bomber Ardemagni ai nostri microfoni INTERVISTA INTEGRALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *