ALTRI 203 CONTAGIATI IN REGIONE. PRONTO UN NUOVO TEST SALIVARE CON RISULTATO IN SOLI 3 MINUTI

ALTRI 203 CONTAGIATI IN REGIONE. PRONTO UN NUOVO TEST SALIVARE CON RISULTATO IN SOLI 3 MINUTI

10 Settembre 2020 0 Di Delfino Sgrosso

Resta alto il numero dei contagi in Campania, che ieri hanno fatto segnare altri 203 nuovi casi in regione. In lieve flessione sia il dato assoluto che quello percentuale, passato dal 3,15% di ieri al 2,8 % di oggi, ma comunque quasi doppio rispetto a quello nazionale sceso ieri all’1,49%. Inoltre ancora una volta la Campania è stata vice maglia nera, seconda per una manciata di casi alla flagellata Lombardia.

I dati sono senza dubbio ancora influenzati dal protrarsi dello screening sui rientri dalla Sardegna e dall’estero, che un’ordinanza regionale ha protratto fino al 17 settembre. Dunque fino a tale data, i cittadini campani che rientrano in regione dalle destinazioni indicate dovranno segnalarsi entro le 24 ore successive al dipartimento di prevenzione dell’ASL di appartenenza, ai fini della somministrazione del test sierologico o del tampone nonché per il monitoraggio della situazione epidemiologica. I cittadini dovranno poi rispettare l’isolamento domiciliare fiduciario di 14 giorni, salvo esito negativo degli esami.

La nuova ordinanza ha anche rinnovato l’obbligo della mascherina al chiuso e sui mezzi pubblici, dal terminal all’arrivo per tutto il tragitto. Ciò anche in vista della riapertura delle scuole che mobiliterà diversi studenti e renderà il trasporto pubblico un elemento cardine della ripresa delle attività. Intanto giunge anche una buona notizia proprio sul fronte dei test.

Una nuova metodologia rapida, tutta italiana, è capace di stabilire in soli 3 minuti se si è positivi o meno al coronavirus attraverso la saliva. Si chiama Daily Tampon, ed è stato realizzato da un’azienda brianzola di Merate in collaborazione con l’università del Sannio. Il test è stato approvato dal Ministero della Salute e può quindi partire la produzione. Il test rapido salivare è meno invasivo dei tamponi ed una delle possibili applicazioni potrebbe essere proprio quella nel mondo scolastico, soprattutto per i bambini più piccoli, proprio per l’assenza di invasività e per la rapidità del risultato. Una buona notizia sul fronte della lotta alla diffusione del virus.