ALL’ATO 8 CONSIGLIERI, 4 CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

ALL’ATO 8 CONSIGLIERI, 4 CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

29 Novembre 2021 0 Di La redazione

Il 4 dicembre il voto per eleggere il successore di Tropeano, quadro frammentato in attesa di sintesi

L’unione europea multa l’Italia per l’incapacità a gestire il ciclo rifiuti dal 2015. Il Governo chiede alla Campania di accelerare. L’Irpinia, virtuosa rispetto ad altre province, è a un passo dal piano. Ma la tensione politica di queste settimane non sembra favorire soluzioni immediate. In seguito alla decadenza dalla carica di quattro sindaci dal ruolo (Tropeano, Di Cecilia, Alaia e Farina, per motivi diversi non riconfermati ndr), il consiglio irpino d’ambito per la gestione del ciclo rifiuti risulta attualmente composto da 8 consiglieri. A soli quattro mesi dalla scadenza dell’organismo vanno, tuttavia, rinnovate le cariche per procedere al delicato passaggio dell’approvazione del piano provinciale rifiuti nell’assemblea dei sindaci e affidare il servizio. Scadevano questa sera i termini per la presentazione della candidatura a presidente da parte dei diretti interessati. Non sono mancate le sorprese. Del Cda, che opera a titolo gratuito – fanno parte otto rappresentanti designati dai comuni, in quattro hanno depositato la candidatura per la presidenza a tempo. A decidere il successore di Valentino Tropeano saranno il prossimo 4 dicembre: Michele Buonfiglio, Costantino Giordano, Luigi Lanzetta, Giovanni D’Ercole, Fabio Della Marra Scarpone, Geppino Giacobbe, Nunziante Picariello e Nando Zoina. Alla carica di Presidente si sono candidati Costantino Giordano, Michele Buonfiglio, Giovanni D’Ercole e Fabio Della Marra Scarpone. Per la presidenza basta la maggioranza relativa dei voti espressi, in caso di parità verrebbe eletto il presidente più giovane. Da oggi fino al 4 dicembre trattative in corso per la ricerca della maggioranza… tutt’altro che “semplice”.