ALCUNE CURIOSITA’ SUI CASINO’ ONLINE E OFFLINE

ALCUNE CURIOSITA’ SUI CASINO’ ONLINE E OFFLINE

1 Maggio 2019 0 Di La redazione

In tanti ancora oggi frequentano i casinò, siano essi digitali o tradizionali: è una passione che non conosce epoche storiche né tecnologie, perché sa come stregare chiunque, dai giocatori tradizionali a quelli più moderni e hi-tech.

In realtà, anche se si parla di un trend molto diffuso sia in Italia che all’estero, sono parecchie le curiosità sconosciute ai più: curiosità che potrebbero aumentare il piacere di giocare ai passatempi di gambling, non solo per una questione di informazione e di conoscenza, ma anche di chance di raggiungere il successo.

Di riflesso, oggi faremo una carrellata su alcuni dei fattori più interessanti che riguardano questo mondo così ricco di sfaccettature.

Dagli USA a Venezia: densità o blasone?

Quasi tutti gli appassionati del settore sanno che la maggiore concentrazione di casinò fisici la si trova proprio negli Stati Uniti d’America: secondo i dati ufficiali, si parla di un totale di 460 sale da gioco sparse per gli USA, 120 delle quali si trovano a Las Vegas, un dato che di certo non stupisce.

E l’Italia? Sebbene da noi la concentrazione di sale sia ovviamente molto più ridotta, sono poche le città che possono vantare il blasone di Venezia. La Serenissima, infatti, è stata la prima ad ospitare un casinò moderno: si tratta del famosissimo Ridotto di San Moisè, considerato dai più la prima sala da gioco d’azzardo al mondo, aperta al pubblico nel lontanissimo 1638. Possiamo dire che questo sia uno di quei casi in cui la qualità batte di gran lunga la quantità, almeno a livello di blasone e di storia.

Dal meccanismo a leva agli algoritmi: le slot cambiano

Un tempo le slot machine funzionavano con un sistema a a leva, che oggi è stato quasi del tutto rimpiazzato dalle macchinette moderne: non stiamo parlando di quelle digitali, dunque dei software che riescono a replicarne i meccanismi, ma di quelle elettroniche.

Oggi quasi tutte le macchine presenti su piazza sono basate su sistemi hardware e su algoritmi molto complessi. Ormai queste macchinette smart vengono perennemente connesse a dei server, necessari per analizzare i dati e per calcolare diversi aspetti relativi allo stile di gioco degli utenti.

In altre parole, se in passato la leva era effettivamente la “mano del caso”, al momento la fortuna e la sfortuna non trovano più riparo nelle macchinette moderne, dove a vincere sono le tecniche di gioco.

Casinò online: chi li conosce non li evita

Chi ama le scommesse alle volte tende ad approcciare i casinò online con timore, perché pensa che in pochi minuti possa andare in fumo un’autentica fortuna. Nei fatti non è così, anzi: i casinò digitali di solito permettono di giocare anche con cifre basse visto che le puntate massime variano tra i diversi giochi di casino, e sono la soluzione ideale per divertirsi senza troppe pretese (e senza troppe paure).

Questo dunque vuol dire che si possono reperire passatempi per ogni desiderio e per ogni portafoglio. Al punto che in certi casi è possibile dedicarsi a questi giochi d’azzardo partendo addirittura da una puntata minima di 10 centesimi di euro.

Dipendenza da gioco e casinò telematici

Tutti noi sappiamo quanto il gioco d’azzardo sia un argomento delicato da prendere con le giuste accortezze, per evitare di cadere in una pericolosa dipendenza. Chi soffre di questo problema sa anche che resistere ai casinò fisici è molto complicato.

A tal proposito, le sale da gioco digitali si dimostrano più attente nei confronti di questa piaga, e offrono diversi tools e strumenti utili per combattere la suddetta patologia. Alcuni portali di casinò, infatti, permettono al giocatore di fissare un massimo di spesa, superato il quale il sito smette di erogare i propri servizi, impedendo l’avvio di qualsiasi software. Altre piattaforme consentono addirittura di auto-bannarsi: in pratica, basta fare richiesta per entrare in una lista di IP bloccati, così da non poter più giocare su quel sito.

Jackpot! Vincite rimaste nella storia

Alcune vittorie nei casinò di tutto il mondo sono diventate quasi leggendarie. Tra queste spesso viene ricordata la vincita più alta della storia registrata proprio grazie ad una slot vecchio stampo: stiamo parlando di un jackpot da quasi 40 milioni di dollari, vinti in un casinò nella mitica città di Las Vegas nel 2003 con una cifra di partenza di soli 100 dollari. La slot in questione era la nota Megabucks, famosa per essere una delle macchine con il jackpot più alto in assoluto. Attenzione, però, perché come già detto le slot sanno anche come far perdere molto denaro: come sempre, bisogna giocarci evitando di esagerare e con le giuste precauzioni.

Il mondo del gioco d’azzardo è ricco di aneddoti e di curiosità interessanti: un motivo in più per studiarlo, così da diventare dei veri esperti del gambling. A patto di ricordarsi la regola più importante: senza intelligenza e controllo, si rischia parecchio.