AL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI PONTECAGNANO OMAGGIO AD ANGELO PONTRANDOLFO

25 giugno 2018 0 Di La redazione

Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano

venerdì 29 giugno 2018, ore 10.00

Percorsi – Omaggio ad Angela Pontrandolfo

Prof. Emerito dell’Università degli Studi di Salerno

Venerdì 29 giugno 2018, alle ore 10.00 al Museo Archeologico di Pontecagnano, il Polo Museale della Campania, l’Università degli Studi di Salerno e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino dedicano una giornata di studi alla professoressa Angela Pontrandolfo, recentemente insignita del titolo di Professore Emerito di Archeologia all’Università di Salerno e al nuovo progetto di restauro della Tomba della donna con l’ombrellino.

Interverranno Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania; Francesca Casule, Soprintendente ABAP di Salerno e Avellino e Mariagiovanna Riitano, direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno.

Emanuele Greco, Giuseppe Sassatelli, Agnés Rouveret e Alain Schnapp presenteranno i volumi “Percorsi. Scritti di e per Angela Pontrandolfo”, con i saggi più rappresentativi dell’intensa attività scientifica della studiosa, raccolti nel primo volume, e con i contributi che i suoi allievi hanno voluto dedicarle nel secondo volume.

Luca Cerchiai e Mauro Menichetti –  del Dipartimento di Scienze dei Beni Culturali dell’Università di Salerno –  introdurranno la seconda parte della giornata, dedicata al restauro della cosiddetta “Tomba della donna con l’ombrellino”, portata in luce lo scorso anno a Pontecagnano. Il progetto, pubblicato dalla Soprintendenza sulla piattaforma www.artbonus.gov.it che consente di destinare risorse al sostegno della cultura in cambio di notevoli sgravi fiscali, ha già raccolto la cifra di 4000 euro, stanziati proprio dal Dipartimento.

Angela Pontrandolfo, che ha dedicato ampia parte del suo impegno scientifico alla pittura funeraria antica, e Luigina Tomay, direttore del Museo di Pontecagnano, discuteranno del rinvenimento e dell’importante testimonianza archeologica. Nell’occasione sarà possibile visitare la tomba collocata nei sotterranei del Museo e apprezzarne, per la prima volta, il corredo che sarà esposto al Museo per tutto il periodo estivo.